Il naked selling è una pratica altamente speculativa, ed in molti casi illegale, in cui una parte stipula un contratto a termine, per vendere ad una determinata scadenza dei beni o dei titoli di cui non è in possesso, contando di acquistarli appena prima della scadenza: in questo modo, “scommette” che il valore del bene scenderà, così che otterrà un vantaggio dalla differenza tra prezzo di acquisto sul mercato e prezzo concordato di vendita.

Torna al glossario dei termini di finanza

Post collegati nel blog:

  • 18/10/2013   High Frequency Trading: una panoramica
    Un articolo pubblicato tra gli "Occasional Paper" della Banca d'Italia analizza i sistemi di trading ad alta frequenza (Hft). Il fenomeno ha avuto origine e si è sviluppato sul mercato azionario statunitense, ma, nel corso degli ultimi anni si sta progressivamente...

  • 23/10/2012   Dal 1° novembre 2012 in vigore il Regolamento europeo sullo short selling
    Dal 1° novembre 2012 entrerà in vigore il Regolamento europeo sullo short selling (regolamento (UE) n. 236/2012): il regolamento introduce l’obbligo di segnalare posizioni “short” sopra una soglia prefissata, introducendo inoltre alcune limitazioni...

  • 16/02/2012   Il ruolo degli investimenti finanziari nella domanda di prodotti agricoli: c’è il rischio di inefficienze?
    Negli ultimi anni è cresciuto in modo notevole il numero di investitori in commodity, materie prime, incluse quelle agricole. L’effetto di questo incremento della domanda “speculativa”, intendendo con questo la domanda da parte di chi non è interessato...

  • 16/09/2011   Il prezzo dell’oro è destinato a crescere ancora?
    Nonostante l’andamento dei mercati globali (o meglio, proprio a causa di quello) l’oro continua a segnare quotazioni record, anche in un contesto in cui le altre commodity (rame e petrolio) vedono il prezzo scendere. Da inizio anno le quotazioni dell’oro...

  • 25/08/2011   Bitcoin a rischio
    I Bitcoin, la moneta digitale “open source” di cui avevamo parlato qualche tempo fa, starebbe incontrando diverse difficoltà. L’idea, infatti, era interessante, ma avevamo qualche dubbio sulla solidità del sistema, oltre al fatto che molta gente...

  • 23/08/2011   Il blocco delle vendite allo scoperto? Può ridurre la liquidità del sistema finanziario ed aggravare la crisi
    Come saprete, Belgio, Francia, Italia e Spagna hanno deciso di porre limitazioni allo short selling, accusato di avere causato -- o almeno aggravato -- i crolli delle borse. Già quando erano state introdotti limitazioni simili in passato, avevamo osservato...

  • 14/07/2011   Dopo la grande paura: il rischio di una “tempesta perfetta” sull’oro
    Dopo la “grande paura” dei primi giorni della settimana, la Borsa italiana mostra buoni segnali di ripresa, con performance tra le migliori in Europa (ma chiaramente guadagna tanto perché prima ha perso tanto): un risultato che ci sembra confermi...

  • 13/07/2011   Come mai l’Italia è diventata “improvvisamente” a rischio?
    Nonostante il recupero di ieri, il “tema del giorno” in ambito economico-finanziario è indubbiamente la condizione dell’Italia. Per quanto le vendite (e quindi i ribassi) non sembra siano attribuibili a speculazione “in senso stretto”, vale...

  • 12/07/2011   Davvero il ribasso è colpa della speculazione?
    Un articolo di Corriere.it, a proposito dei pesanti ribassi con cui è iniziata la giornata di oggi, titola "Nuovo attacco all'Italia", lasciando intendere che i ribassi siano solo ed unicamente dovuti alla speculazione. E' inutile sottolineare che...

  • 11/07/2011   Lunedì nero: davvero dobbiamo preoccuparci?
    Dopo quello che è stato battezzato “lunedì nero”, con l’FTSE MIB che ha chiuso a -3,96%, crescono le preoccupazioni e le accuse agli speculatori, che probabilmente hanno avuto un ruolo nei risultati negativi di oggi. Vorremmo evidenziare due...