0 Flares 0 Flares ×

Gli hedge fund (letteralmente “fondi protetti” o  “fondi coperti”, tradotto spesso in italiano con “fondi speculativi“) sono fondi gestiti attivamente da un soggetto gestore, aperti esclusivamente ad un numero limitato di investitori accreditati o qualificati, secondo determinati criteri stabiliti dalla legge e/o dal gestore. Lo scopo della limitazione degli investitori è assicurare che questi comprendano il rischio che questi fondi si assumono, e possano eventualmente sopportarne le perdite. Gli investitori infatti possono essere principalmente istituzioni, fondi, o soggetti privati dotati di un patrimonio proprio molto elevato.

La caratteristica degli hedge funds è che possono investire in una varietà molto alta di assets: azioni, obbligazioni,  commodities, opzioni, ed altro. La maggior parte degli hedge funds si propone di ottenere un ritorno positivo indipendentemente dall’andamento del mercato, e quindi di guadagnare anche quando i mercati scendono: per questo motivo, sono stati accusati di “speculare al ribasso” sull’andamento dei mercati, anche se altri sostengono che sia scorretta questa accusa, in cui gli hedge fund sarebbero usati come capro espiatorio.

Una tematica diventata rilevante, a partire dalla crisi finanziaria del 2008, riguarda la trasparenza della gestione di questi fondi, poiché non essendo aperti ai risparmiatori ed ai consumatori, gli hedge fund non sono sottoposti agli stessi obblighi di trasparenza nella gestione dei fondi di investimento “normali”.