Gli strumenti finanziari derivati sono contratti il cui valore dipende da quello di un’attività “sottostante”, o da un insieme di attività. Il termine “derivati” indica appunto il fatto che il valore “deriva” da quello di altre attività.

La categoria è molto ampia, in quanto include contratti che possono essere molto diversi per il tipo di sottostante, per i diritti o gli obblighi che prevede il contratto, e per il tipo di mercato in cui possono (eventualmente) essere negoziati e scambiati: vi sono infatti alcuni tipi di derivati (come opzioni e futures) che sono scambiati sui mercati regolamentati, ed altri che invece sono negoziati su mercati over-the-counter (come swap e forward).

Torna al glossario dei termini di finanza

Post collegati nel blog:

Comments

  1. In Italia abbiamo toccato i minimi di marzo 2009… E allora? Dax e Sep 500 ne sono ancora ben distanti, e se scendono loro noi li seguiamo a palla.

Comments are closed.