Contratto a termine

Un contratto a termine è un contratto in cui le parti si impegnano a scambiarsi, ad una scadenza concordata, e ad un prezzo prefissato, un bene (o un titolo). I contratti a termine sono piuttosto comuni: un esempio sono i PCT, ma sono molto utilizzati anche nelle transazioni riguardanti commodities e materie prime, e nel mercato Forex per le operazioni su valute, oltre che nel mercato azionario ed obbligazionario: lo strumento con cui vengono realizzati i contratti a termine è il forward.

Il profitto ottenibile tramite un contratto a termine dipende, come è facile intuire, dalla differenza tra prezzo concordato e valore sul mercato del bene alla scadenza, quando viene effettuato lo scambio. Qualora il prezzo concordato sia inferiore al prezzo di mercato, chi ha comprato “avrà fatto un buon affare”, mentre in caso contrario — se il prezzo concordato fosse superiore al valore di mercato — sarà il venditore ad aver guadagnato.

Torna al glossario dei termini di finanza

Post collegati nel blog:

[tagpost]contratti a termine,contratti a termine,pct[/tagpost]

Lascia un commento