mutuo casa
0 Flares 0 Flares ×

Il mutuo è sicuramente una delle operazioni finanziarie più importanti e delicate della vita di una persona. Anche individui che abitualmente si tengono lontani dagli investimenti finanziari, perché ritengono di non avere sufficientemente chiaro il funzionamento, si trovano almeno una volta nella vita – in occasione del mutuo – alle prese con documenti, verifiche, conteggi. Queste operazioni, semplici e di routine per un qualsiasi impiegato di banca, impiegato amministrativo o commerciale esperto, spesso sono abbastanza ardue per chi non si è mai occupato di finanza, investimenti o prestiti. Del resto, mentre la scelta di investire può dipendere dalle preferenze e opportunità individuali, quella di ricorrere ad un mutuo è solitamente una necessità, dettata dalle circostanze e dalle esigenze: in pochi hanno la possibilità di acquistare casa (specie la prima casa) solo usando i soldi messi da parte, hanno quindi bisogno di richiedere l’intervento di una Banca per ottenere un finanziamento.

Ma questo non vuol dire che aprire un mutuo sia più “facile” che investire: particolare attenzione va prestata innanzitutto a come calcolare un mutuo per l’acquisto della casa. Fortunatamente, in rete si trovano diversi comparatori che aiutano a confrontare i mutui e i tassi. Ma è importante ricordarsi che oltre alla rata possono esserci altre spese, come i costi di perizia, o magari qualche assicurazione obbligatoria per poter beneficiare di condizioni promozionali.

La prima scelta che va fatta è tra tasso fisso e variabile: è importante avere chiaro che “variabile” vuol dire che varia, e data la situazione attuale dei tassi questo vuol dire che le rate sono inevitabilmente destinate ad aumentare. Se questo può rappresentare un problema, bisogna scegliere un tasso fisso.

Un errore da evitare è quello di non prendere informazioni accurate: attenzione anche a non seguire pedissequamente i consigli degli amici, non perché questi potrebbero volontariamente darvi consigli sbagliati, ma semplicemente perché quel che è ideale per una persona potrebbe essere pessimo per un’altra. Per cui è importante che analizziate attentamente cosa serve a voi.

Un altro errore molto comune è quello di basare la scelta di mutuo su fattori “secondari”, come la vicinanza della filiale della banca, o il fatto che si abbia già un conto presso la banca. Salvo casi particolari, questi fattori possono essere presi in considerazione a parità delle altre condizioni, ma non dovrebbero essere determinanti da soli, altrimenti il rischio diventa quello di spendere molto di più di quel che si dovrebbe.