0 Flares 0 Flares ×

I privati chiedono credito al sistema bancario per i consumi, spesso per l’acquisto di beni durevoli qual sono ad esempio un’auto, una barca o un camper, ma al circuito creditizio accedono anche le imprese per finanziare la propria crescita o semplicemente per andare ad aumentare le disponibilità finanziarie per progetti futuri, ad esempio possibili acquisizioni. In Italia e non solo le banche propongono un’offerta di finanziamenti differenziata per le imprese rispetto a quelli destinati ai privati.

Questo perché le finalità, ed anche gli importi, sono differenti visto che spesso il credito concesso dalla banca può essere dell’ordine delle centinaia di migliaia di euro rispetto ad un privato che con 15-20 mila euro al massimo può acquistare un’auto. E se il privato ottiene il prestito presentando la busta paga, come lo ottiene l’impresa?

Ebbene, le banche rispetto al passato danno credito solo a quelle imprese che vengono ritenute non solo sane, ma anche con spiccate potenzialità di innovazione e di crescita in un mercato sempre più globale e sempre più competitivo. E se il privato di norma i finanziamenti li stipula a tasso fisso, le imprese italiane invece accedono in prevalenza al credito con la formula indicizzata all’Euribor, ovverosia a tasso variabile. E’ possibile consultare il portale sui prestiti www.prestiti.com per scoprire tutti i dettagli dei finanziamenti adatti alle tue esigenze.

Una banca può concedere credito all’impresa facendo leva anche su garanzie aggiuntive offerte dallo Stato, ad esempio attraverso appositi Fondi di garanzia per le PMI, oppure attraverso i Confidi. I Confidi, detti anche Consorzi Fidi, si fanno garanti di una quota spesso rilevante del finanziamento al fine di promuovere sul territorio l’imprenditoria nel terziario, ovverosia nell’artigianato e nel commercio. Ma non mancano, specie in questi tempi di crisi economica, i casi di finanziamenti alle imprese che non vengono concessi. Questo di norma accade quando l’impresa è eccessivamente indebitata, oppure quando ha dei contenziosi gravi aperti che possono anche incidere sulle prospettive di continuità aziendale.

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e TradingI privati chiedono credito al sistema bancario per i consumi, spesso per l’acquisto di beni durevoli qual sono ad esempio un’auto, una barca o un camper, ma al circuito creditizio accedono anche le imprese per finanziare la propria crescita o semplicemente per andare ad aumentare le disponibilità finanziarie per...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti