3 Flares 3 Flares ×

Moody ha annunciato il declassamento del debito sovrano italiano da A3 a Baa2. Risparmiateci però i discorsi sulle agenzie di rating che “attaccano l’Italia”, e questo per due motivi.

Il primo è che il giudizio delle agenzie di rating deve essere preso per quello che vale, cioè un’indicatore sintetico, che dà inevitabilmente una fotografia parziale dello scenario complessivo.

Il secondo è che è assurdo negare i problemi evidenziati dal giudizio di Moody’s. Che per l’Italia si prospetti un clima di elevata incertezza politica nel 2013 è innegabile, e la preoccupazione di tutti è quella che molte forze politiche scelgano strade populiste pur di guadagnare consensi, strade populiste i cui segnali si sentono già e di cui  — a parte le forze politiche — gli italiani sembrano sentire il forte richiamo.

Basti vedere il tema dei tagli, che tutti chiedevano come alternativa alle nuove tasse ma che, quando se ne parla in pratica, nessuno vuole. Che credibilità ha un Paese che è convinto di poter vivere di sole buone intenzioni, e che sembra avere già dimenticato velocemente che si è già “oltre tempo massimo”.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

Comments

  1. Balle! Qua si continua a tagliare e tassare per risanare un debito che è praticamente impossibile ripagare anche a causa di queste continue “iniezioni di sfiducia” telecomandate da chi vuole svuotarci tasche e patrimonio pubblico. Ormai è un dato di fatto.

  2. Cosa fareste se le vostre spese condominiali quintuplicassero?

    Caccereste il vostro amministratore e comincereste a tagliare i costi inutili fino a giungere a costi sostenibili.

    Con la zavorra di un apparato statale mastodontico stiamo pagando costi di condominio insostenibili (stipendi statali, pensioni baby e pensioni d’oro, municipalizzate, province ed enti inutili) non ci possiamo permettere questi costi di gestione stratosferici e se non si interviene pesantemente siamo destinati al fallimento nell’arco di pochi anni.

    Vista la situazione di stallo politico non ci resta che cambiare condominio….

    jack

  3. Hai pienamente ragione sui costi dello Stato e di tutto i mantenuti d’oro, su questo non ci piove.
    Ma nulla mi toglierà dalla testa che sia in corso da tempo una astuta manovra estera per ridurci a staterello alla fame e depredarci del poco di buono che ci è rimasto.

  4. A staterello alla fame ci siamo già ridotti benissimo da soli dopo 30 anni di criminal-non-politica, per colpa sia dei politici che degli elettori italiani che non sanno scegliere politici decenti. Senza offesa, ma è tipicamente “itagliano” credere a teorie del complotto (“astuta manovra estera”) piuttosto che voler ammettere la semplice realtà che siamo stati governati (perché ci siamo fatti governare) da una quantità di ladri e incompetenti molto maggiore di quanto in media tollerato da altri paesi sviluppati.

  5. D’accordo anche con te, Marco. Ma assieme a tutto questo, da fuori e da diversi anni, sono in atto chiare manovre per destabilizzare e indebolire il nostro Paese. La cosa non avviene con metodi palesi come per i paesi soprannominati guardacaso “canaglia” (vedi Libia e Iraq), ma con la finanza e la speculazione.

Comments are closed.