0 Flares 0 Flares ×

Si ripete spesso che le nuove tecnologie sono la strada per migliorare l’efficienza dei servizi e dei processi produttivi, e dovrebbero permettere, sia per lo Stato che per le imprese, di ottenere una riduzione dei costi senza inficiare la qualità del servizio, ma anzi migliorandola. Ma quanto di questa teoria può essere realmente messo in pratica? Se non altro, c’è un problema culturale degli italiani di fronte alle nuove tecnologie che può essere un grosso ostacolo da superare.

Banalizzando, ad esempio informatizzare la procedura di emissione di un certificato può portare un incremento di efficienza, che però rischia di essere perso se è necessario mantenere in parallelo il procedimento cartaceo (o perché alcuni cittadini lo richiedono, o perché internamente non si hanno le competenze per gestire un processo virtuale, o anche semplicemente perché leggi o regolamenti “arretrati” prevedono l’obbligo di una copia cartacea di qualche documento).

Per questo motivo, va secondo noi tenuto sotto osservazione un progetto di “città digitale” che è stato presentato nei giorni scorsi a Biella, lanciato dal Comune in collaborazione con Banca Sella, con la partecipazione delle istituzioni, dell’università e di tutte le associazioni imprenditoriali del territorio.

L’aspetto degno di nota è l’ampiezza dei servizi e iniziative offerte, che permettono di parlare effettivamente di “città digitale” e non semplicemente di informatizzazione di uno o più servizi.

Il progetto merita di essere tenuto sotto osservazione, come dicevamo, proprio per questa sua pervasività, che può dare una fotografia dettagliata del rapporto tra i cittadini e le tecnologie (così come tra le istituzioni e le tecnologie), per valutare i reali margini per un incremento reale di efficienza.

I servizi, come dicevamo, sono veramente molti:

Tributi comunali. I tributi comunali si potranno pagare – oltre che via internet – anche direttamente dal proprio smartphone, semplicemente inquadrando e fotografando un QrCode (il codice diffuso su giornali, riviste e pubblicità per accedere ai contenuti multimediali on line) che contiene tutte le informazioni sul pagamento […]

Servizi al cittadino on line. […] Il Comune ha infatti attivato il portale Polis Biella sul quale i cittadini possono sbrigare diverse pratiche, dai servizi demografici […] a quelli legati al commercio […], a quelli per il pagamento dei tributi […]. I professionisti
come architetti, ingegneri e geometri, inoltre, possono presentare per via telematica progetti e pratiche edilizie agli uffici competenti, tramite il software Pratico che gestisce l’istruttoria. E se in città ci s’imbatte in un problema o un guasto – dal lampione spento al marciapiede non agibile e così via – sempre con un click si può far scattare la segnalazione all’amministrazione.

Rete Wi-Fi. Estensione della rete Wi-Fi pubblica, in collaborazione con la Provincia di Biella, nei punti più frequentati. […]

E-Commerce e finanziamenti digitali. […] Le aziende che vorranno avviare un’attività di e-commerce, adottare soluzioni innovative o potenziare la propria dotazione in hi-tech, potranno contare su finanziamenti agevolati ad hoc. Banca Sella infatti mette a disposizione delle Pmi il “Finanziamento per l’Economia Digitale” […]

Idee innovative e start up. […] Attraverso una serie di iniziative e concorsi sul territorio, che coinvolgeranno anche la scuola e l’università, saranno premiati i migliori progetti per lo sviluppo dell’Economia Digitale e dei Servizi Bancari Digitali. Inoltre saranno selezionati sul territorio i progetti imprenditoriali che possono tradursi in start up. […]

Serate Digitali. Banca Sella e il Comune faranno attività di consulenza nei confronti delle imprese locali, coinvolgendo anche i principali operatori del mondo web, nazionali ed internazionali. […]

Solidarietà digitale. […] Sarà possibile fare una donazione in favore di una onlus del territorio attraverso UPMobile. Per la prima donazione di un euro la banca verserà a sua volta un euro e verserà sempre un euro per ciascuno dei primi quattro acquisti successivi fatti dal cliente attraverso il nuovo sistema di pagamento.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]