0 Flares 0 Flares ×

La crisi colpisce sempre di più le famiglie italiane, negli ultimi mesi: a confermare le difficoltà anche l’indice di benessere finanziario (IBF) sviluppato da ING Direct, che tocca il valore di  43,3,  calando di 3 punti rispetto ad un anno fa, ma addirittura di 4 punti rispetto a dicembre 2011, quando l’indice aveva avuto una ripresa. L’indice di benessere finanziario (che misura il comfort delle famiglie sul fronte delle finanze personali, su una scala da 0, massimo disagio, a 100, massimo comfort) tocca così il minimo storico dalla data di sua introduzione. A preoccupare gli italiani soprattutto una minore sicurezza riguardo alla capacità di pagare le rate del mutuo: sempre di più le famiglie attingono ai risparmi per pagare bollette e spese ordinarie, a causa di un crescente disallineamento tra reddito e spese.  A soffrire particolarmente le donne (con un indice di benessere finanziario di 41,3 contro il 46,7 dei maschi) a causa sia di una retribuzione spesso minore che di un livello di occupazione più basso. Per far fronte alla situazione difficile, gli italiani fanno sempre più attenzione ai risparmi, dimostrandosi più attenti rispetto alla media europea: il 76% degli italiani monitora infatti costantemente il bilancio familiare, controllando tutte le entrate e le uscite, contro il 62% della media europea. Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e Tradingbenessere finanziario,consumatori,crisi,ING Direct,italiaLa crisi colpisce sempre di più le famiglie italiane, negli ultimi mesi: a confermare le difficoltà anche l'indice di benessere finanziario (IBF) sviluppato da ING Direct, che tocca il valore di  43,3,  calando di 3 punti rispetto ad un anno fa, ma addirittura di 4 punti rispetto a dicembre 2011,...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti