0 Flares 0 Flares ×

Approfondiamo il tema dei pagamenti, per integrare i grafici di qualche giorno fa con i dati diffusi da ABI e consorzio Bancomat sull’uso delle carte di pagamento in Italia, che continuano ad aumentare di diffusione (un aumento del 4% in un anno e dell’8% nell’ultimo triennio). Ad avere la crescita maggiore sono soprattutto le carte prepagate, che segnano un incremento del 16%, ma crescono anche le carte di credito (+6%) e quelle di debito (+1%). Continuano invece nel trend negativo le carte revolving (-6%), che sempre meno risparmiatori considerano interessanti.

Le 80 milioni di carte in circolazione […]  sono in buona parte carte di debito come il Bancomat (33,3 milioni) e carte di credito (oltre 36 milioni). Sempre più diffuse, però, sono le prepagate, che hanno superato quota 5 milioni, mentre diminuiscono le carte revolving (3 milioni).

Non tutte le carte – ad ulteriore testimonianza del ritardo italiano rispetto al resto d’Europa – sono però utilizzate assiduamente da chi le possiede. Le carte attive, ossia che hanno fatto almeno un’operazione nel 2010, sono 54 milioni (68%): il 92% delle carte di debito (30,6 milioni), il 48% delle carte di credito (17,3 milioni), l’85% delle prepagate (4,5 milioni) e il 46% delle revolving (1,5 milioni).

[…] presso gli esercizi commerciali sono istallati 1,2 milioni di Pos (il 52% al nord, il 24% al centro e il restante 24% al sud e isole). Nel 2010, le carte usate per fare acquisti e pagamenti sono state 48 milioni, che hanno effettuato 1,6 miliardi di transazioni su Pos (+3%), per un ammontare complessivo di 130 miliardi di euro.

Il maggior numero di acquisti è stato fatto con le carte di debito (54%, pari a 857 milioni di operazioni, per un ammontare di 59,6 miliardi di euro). Seguono le carte di credito (41%, pari a 653 milioni di operazioni, per un ammontare di 64,4 miliardi di euro), le prepagate (4%, pari a 64 milioni di operazioni, per un ammontare di 3,7 miliardi di euro) e le revolving (2%, pari a 26,8 milioni di operazioni, per un ammontare di 2,2 miliardi di euro).

[…] oggi in Italia ci sono circa 47 mila ATM, peraltro sempre più evoluti e in grado di offrire servizi innovativi rispetto al semplice prelievo. Oltre un terzo (36%), infatti, è Web based, ossia basato su protocolli internet che garantiscono alti livelli d’efficienza abilitando servizi informativi e dispositivi con la stessa logica e velocità di esecuzione dell’internet banking.

Nel corso del 2010 agli ATM sono state fatte circa 1,4 miliardi di operazioni (prelievi, versamenti,  ricariche telefoniche, ecc.), pari a circa 34 operazioni per carta. La più frequente è stata il prelievo (oltre 900 milioni), seguita dalla ricarica telefonica (166 milioni). In media, ogni “tessera di plastica” ha fatto: 22 prelievi, 5 operazioni di anticipo contante, 1 pagamento, 4 ricariche telefoniche, 3 ricariche di carte servizi, 1 versamento e 1 prelievo in valuta.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e Tradingbancomat,carte di credito,carte di debito,carte prepagate,Economia,italia,pagamentiApprofondiamo il tema dei pagamenti, per integrare i grafici di qualche giorno fa con i dati diffusi da ABI e consorzio Bancomat sull’uso delle carte di pagamento in Italia, che continuano ad aumentare di diffusione (un aumento del 4% in un anno e dell’8% nell’ultimo triennio). Ad avere la...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti