0 Flares 0 Flares ×

Un recente comunicato di Unicredit evidenzia un importante trend del mercato del mobile banking in Italia, e cioè lo sviluppo della “app” per il mobile banking anche per i dispositivi basati su Android, dopo le versioni per ambienti proprietari (iPhone, Blackberry e Nokia), andando così a coprire quasi la totalità del mercato. In un certo senso, si potrebbe dire che si è passati oltre la fase sperimentale, completando l’offerta, ma anche rivolgendosi ad un utenza (quella degli utenti di Android) che gli esperti considerano un po’ più attenti alle funzionalità, che alla “pura” innovazione.

L’apertura al sistema operativo di Google è la risposta a un importante trend di mercato: gli ultimi dati Nielsen (Nielsen Company, Giugno 2011) rilevano che in sei mesi, in Italia, Android ha triplicato la propria quota di mercato raggiungendo il 7,4% del totale degli smartphone. Il dato insegue le dinamiche che hanno caratterizzato il mercato americano nel quale, ad oggi, si registra una diffusione di smartphone Android pari al 36%.

Oltre ad estendere le piattaforme di utilizzo, con questo nuovo prodotto UniCredit ha arricchito la gamma dei servizi offerti puntando su funzionalità aggiuntive, quali l’accesso per le piccole e medie imprese e la gestione titoli, cui se ne aggiungeranno altre nel rilascio previsto durante l’estate.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e Tradingandroid,banche,banche online,mobile banking,smartphone,telefoniaUn recente comunicato di Unicredit evidenzia un importante trend del mercato del mobile banking in Italia, e cioè lo sviluppo della “app” per il mobile banking anche per i dispositivi basati su Android, dopo le versioni per ambienti proprietari (iPhone, Blackberry e Nokia), andando così a coprire quasi la...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti