0 Flares 0 Flares ×

Secondo gli ultimi dati della Banca d’Italia, la falsificazione degli euro (stiamo parlando in particolare delle banconote) ha visto una diminuzione nell’ultimo anno, dopo un picco relativo toccato ad inizio 2009. Ad essere falsificate, come si vede dal grafico successivo, sono soprattutto le banconote da 20 euro, seguite da quelle da 10 e da 50, più meno sugli stessi livelli. Gli altri tagli sono molto poco “apprezzati” dai falsari, il che è anche abbastanza logico: il taglio da 5 euro non consente un guadagno tale da giustificare il rischio, mentre i tagli da 100, 200 e 500 euro hanno un valore tale, e una “abitudine d’uso” che chi riceve queste banconote è facile che le osservi meno superficialmente, e quindi si possa accorgere del falso.

image

image

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e Tradingbanconote,Economia,falsificazione,moneta,soldiSecondo gli ultimi dati della Banca d’Italia, la falsificazione degli euro (stiamo parlando in particolare delle banconote) ha visto una diminuzione nell’ultimo anno, dopo un picco relativo toccato ad inizio 2009. Ad essere falsificate, come si vede dal grafico successivo, sono soprattutto le banconote da 20 euro, seguite da...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti