0 Flares 0 Flares ×

Sulla base dei dati della rilevazione della Banca d’Italia di ottobre 2010, abbiamo creato un grafico che mostra la variazione dell’importanza relativa dei criteri applicati nell’approvazione di prestiti ed apertura di linee di credito a favore delle imprese.

Il valore visualizzato è la differenza tra la percentuale delle risposte che indicano una variazione di un segno negativo (cioè un fattore che spinge verso “irrigidimento dei criteri”) e la percentuale di quelle che indicano una variazione di segno opposto (cioè un fattore che spinge verso “irrigidimento dei criteri”).

Oltre a confermare che l’irrigidimento dei criteri dell’ultimo periodo è frutto di un maggiore rischio percepito (abbastanza prevedibile), dal grafico appare evidente come il principale fattore che ha spinto nel tempo verso un allentamento dei criteri è la pressione concorrenziale da parte di altre banche. Non ci sono inoltre segnali di fattori che incentivano verso un allentamento dei criteri.

Ovviamente (per questioni di spazio) abbiamo ignorato una questione tutt’altro che secondaria, e cioè che non è da dare per scontato che l’allentamento dei criteri sia un bene, come la crisi finanziaria dovrebbe avere insegnato.

image

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e Tradingbanche,finanziamenti,imprese,prestitiSulla base dei dati della rilevazione della Banca d’Italia di ottobre 2010, abbiamo creato un grafico che mostra la variazione dell’importanza relativa dei criteri applicati nell’approvazione di prestiti ed apertura di linee di credito a favore delle imprese. Il valore visualizzato è la differenza tra la percentuale delle risposte che...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti