BOT: aggiornamento grafici rendimenti 2002-2010

0 Flares 0 Flares ×

Vediamo assieme i grafici aggiornati del rendimento dei BOT (con scadenze a 3, 6 e 12 mesi) dal 2002 ad oggi, più la “zoomata” sul 2010. Il rialzo dei rendimenti sembra tenere, anche se è difficile capire quanto la riduzione della domanda (ricordiamo che il rendimento dei  BOT si basa su un meccanismo d’asta, per  cui maggiore è la domanda, minore è il rendimento) sia dovuta al fatto che gli investitori tornano ad avere fiducia in investimenti alternativi (e quindi ad una ripresa economica) e quanto invece sia legato alla minore fiducia verso i conti pubblici dei Paesi europei (e quindi ad un maggior rischio dei Titoli di Stato).

image

image

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

5 pensieri su “BOT: aggiornamento grafici rendimenti 2002-2010”

  1. >>>> anche se è difficile capire quanto la riduzione della domanda (ricordiamo che il rendimento dei BOT si basa su un meccanismo d’asta, per cui maggiore è la domanda, minore è il rendimento) sia dovuta al fatto che gli investitori tornano ad avere fiducia in investimenti alternativi (e quindi ad una ripresa economica) e quanto invece sia legato alla minore fiducia verso i conti pubblici dei Paesi europei (e quindi ad un maggior rischio dei Titoli di Stato).

    Per avere un indizio basterebbe osservare il movimento del CDS legato all’Italia nel periodo considerato. Se è stabile significa che il rischio emittente non ha sostanzialmente influenzato il rendimento dei BOT.

    jack

I commenti sono chiusi.