0 Flares 0 Flares ×

La Banca centrale europea (BCE) ha divulgato il settimo rapporto sui progressi compiuti nella realizzazione di un’Area unica dei pagamenti in euro (Single Euro Payments Area, SEPA).

La SEPA, ricordiamo, permette alla clientela di effettuare pagamenti in euro a favore di qualsiasi beneficiario situato in un paese europeo, a partire da un singolo conto corrente e utilizzando un unico insieme di mezzi di pagamento.

I risultati raggiunti finora sono certamente degni di nota, con la partecipazione di 32 paesi europei; oltre 4.400 banche che hanno adottato lo schema per i bonifici e più di 3.000 che hanno aderito a quello per gli addebiti diretti.

Ma la BCE ritiene che serva fare qualche passo in più: in particolare, l’idea è quella che serva un calendario obbligatorio per la migrazione agli strumenti di pagamento SEPA  (con l’obiettivo di di ultimare la SEPA preferibilmente entro la fine del 2012 per i bonifici ed entro la fine del 2013 per gli addebiti diretti).

La “lezione” è a nostro parere interessante, perché si presta ad essere trasportata anche sul fronte delle regolamentazioni, che più di qualcuno vorrebbe flessibili ed “adattabili alle esigenze” dei singoli stati. L’interrogativo che sorge è, crediamo, abbastanza naturale (per quanto semplicistico): se su un tema relativamente “neutro” come i pagamenti vi sono delle problematiche legate alla non-obbligatorietà di alcuni elementi, su un tema certamente più delicato — dato che impatta molto più fortemente su molti interessi — come quello delle regolamentazioni, davvero ci si può aspettare che la “flessibilità” sia un fattore positivo?

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e Tradingbce,Economia,europa,finanza,pagamenti,SEPALa Banca centrale europea (BCE) ha divulgato il settimo rapporto sui progressi compiuti nella realizzazione di un’Area unica dei pagamenti in euro (Single Euro Payments Area, SEPA). La SEPA, ricordiamo, permette alla clientela di effettuare pagamenti in euro a favore di qualsiasi beneficiario situato in un paese europeo, a partire...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti