Attenzione all’uso dei prestiti per pagarsi le vacanze

0 Flares 0 Flares ×

Estate, periodo di agognate ferie. Ma la crisi economica pesa sulle tasche. La strada che più di qualcuno sceglie è quella di ricorrere a prestiti per finanziarsi le vacanze.

Una scelta che però non esitiamo a definire “pericolosa”, dato che questo uso dei finanziamenti spesso lascia intendere un fraintendimento di quello che dovrebbe essere l’uso corretto dei finanziamenti, spianando la strada verso un pericoloso abuso dei prestiti personali. Infatti, i prestiti possono essere usati in modo “sano” solo per fare fronte a temporanee limitazioni della liquidità, e non a mancanza di risorse. In altre parole, la il tutto funziona solo se il prestito viene richiesto per risolvere il problema  “i soldi mi arriveranno nel prossimo futuro” e non il problema “non posso permetterlo“. Se c’è il dubbio che si sia in questo secondo caso, o se non si ha ben chiaro “che cosa si sta facendo”, meglio rinunciare a chiedere il prestito, soprattutto in casi non “di vita o di morte” come una vacanza.

Solo in alcuni casi particolari, la scelta di richiedere un prestito per finanziare una vacanza è giustificabile, e per certi versi preferibile. Si tratta di quelle che potrebbero essere definite le vacanze “non comuni” come possono essere i viaggi di nozze, oppure comunque una vacanza “speciale” che non si fa ogni anno (e magari neppure ogni pochi anni), e idealmente per le quali si è già messo da parte una quota significativa del capitale. Ecco che in questi casi il prestito può effettivamente essere usato per una gestione della liquidità, dilazionando il pagamento (che però si sa che si è in grado di fare, dato che si sono già accantonate le risorse).

In questi “casi particolari” rimane valida la regola di informarsi accuratamente sulle condizioni del prestito, e confrontare il maggior numero di alternative disponibili, in modo da trovare una soluzione idonea alle proprie esigenze e possibilità.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

2 pensieri su “Attenzione all’uso dei prestiti per pagarsi le vacanze”

I commenti sono chiusi.