ABI: i segnali di ripresa si rafforzano

0 Flares 0 Flares ×

Secondo i dati del rapporto di previsione AFO per il prossimo triennio, presentato nei giorni scorsi dall’ABI, i segnali di ripresa vanno consolidandosi, con le banche italiane che mostrano una buona tenuta, anche se il trend delle sofferenze è — inevitabilmente — in crescita: +40% atteso per il 2010, +12% per il 2011. Anche il ROE del settore bancario torna ad essere in crescita (atteso un passaggio al 3,6% nel 2011 e al 4,5% nel 2012), ma si tratta di valori che sono comunque circa la metà di quelli registrati prima della crisi.

Per quanto riguarda il quadro macroeconomico, il rischio maggiore per la ripresa (ma anche qui, non è una sorpresa) è dato delle incertezze sui mercati internazionali, dovute ai timori di “contagio” delle difficoltà dei Paesi con problemi di sostenibilità del debito pubblico. Volendo vedere però il bicchiere mezzo pieno, si può evidenziare come questi timori non si traducano in un ritorno alla recessione, ma in una prospettiva di ripresa meno forte rispetto alle attese: l’attesa per la crescita del PIL in Italia è dello 0,9% quest’anno e di poco oltre nel 2011-12 (+1,2%). Un dato positivo, ma non dimentichiamo che veniamo da un un calo complessivo del 6,3% nel biennio 2008-09.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]