0 Flares 0 Flares ×

Abbiamo più volte ripetuto che il diminuire dei tassi di interesse tende a fare aumentare i prezzi delle abitazioni. Vale la pena chiarire meglio il meccanismo dato che l’argomento è di interesse per molti. La questione è di per sè molto semplice: il punto infatti è che al variare del tasso di interesse, varia il valore attuale del totale  delle rate. In altre parole, se ad un tasso dell’1,25% un mutuo da 170.000 Euro a 35 anni corrisponde ad una rata di 500 €, ad un tasso del 5,00% la stessa rata corrisponde a circa 99.000 Euro di mutuo, sempre con la stessa scadenza.

Valore attuale corrispondente a rate di 500€ (varie scadenze) - grafico banknoise.com
Valore attuale corrispondente a rate di 500€ (varie scadenze) - grafico banknoise.com

Nel grafico abbiamo riportato la variazione del valore attuale corrispondente ad una rata di 500€, riferita a mutui di varie scadenze, per tassi che vanno dall’1,00% al 10,00%. Nota importante: un tasso del 10,00% non è un tasso “assurdo” o “inconcepibile”, si tratta di tassi che sono stati spesso toccati in passato e non è impossibile che in futuro ci si riavvicini verso tali valori.

Come dovrenbbe dunque apparire evidente, il ridursi dei tassi di interesse aumenta la disponibilità economica di chi contrae un mutuo, che può così permettersi abitazioni “più costose”, e può  accettare prezzi più alti per la medesima casa. La competizione che si crea tra i compratori quindi spinge verso l’alto i prezzi.
Va evidenziato che non serve che la totalità dei compratori si comportino secondo questa logica: è sufficiente anche una sola parte inizi a “spendere di più” per spingere i prezzi verso l’alto (anche se, chiaramente, con minore forza).

Chiudiamo con una annotazione: l’approccio “fissiamo una rata e vediamo a che capitale corrisponde” sarebbe da utilizzare preventivamente alla scelta di acquisto di una casa (magari facendo qualche simulazioni con tassi diversi). Molto spesso, prima si vede un immobile e poi si cerca di capire se ce lo si può permettere, o in qualche caso si cerca di trovare il modo per raggiungere la cifra richiesta. Avere le idee chiare su quanto ci si può permettere aiuterebbe invece da un lato a puntare subito ad immobili “alla portata”, dall’altro ad avere maggiore efficacia nella contrattazione, perché il punto fermo non diventa più il prezzo della casa, ma la disponibilità economica.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e Tradingcase,immobili,mutuo,prezzi,tassiAbbiamo più volte ripetuto che il diminuire dei tassi di interesse tende a fare aumentare i prezzi delle abitazioni. Vale la pena chiarire meglio il meccanismo dato che l'argomento è di interesse per molti. La questione è di per sè molto semplice: il punto infatti è che al variare...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti