0 Flares 0 Flares ×

Uno dei dati più interessanti dell’ultimo Bollettino Statistico della Banca d’Italia riguarda il mancato recupero delle esportazioni italiane nella seconda metà del 2009. Infatti, in questo periodo il commercio mondiale è cresciuto del 9,3% (con un +10,0% per la Germania e +5,4% per la Francia), mentre in Italia la crescita è stata solo del 2,6%.

Chiaramente, dato che stiamo parlando di un valore con segno positivo, può essere letto in modo comunque ottimistico, è certo però che questa crescita a passo ridotto che caratterizza l’Italia da ormai diversi anni comporta un più o meno lento “affondare” dell’economia italiana (è quasi noioso citare ancora una volta il dato sulla bassa produttività del Paese ).

Le cause della mancata ripresa delle esportazioni italiane sono in realtà ben note da tempo (e su cui purtroppo non si è intervenuto perché si è preferito cercare di proteggere lo “status-quo”):

  • specializzazione sui comparti “tradizionali”
  • ridotto sviluppo dei settori innovativi a maggiore valore aggiunto
  • mancato sfruttamento delle opportunità offerte dai mercati emergenti (spesso visti solo come concorrenti nella produzione, e non come potenziali mercati di sbocco).

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e Tradingesportazioni,italia,produttivitàUno dei dati più interessanti dell'ultimo Bollettino Statistico della Banca d'Italia riguarda il mancato recupero delle esportazioni italiane nella seconda metà del 2009. Infatti, in questo periodo il commercio mondiale è cresciuto del 9,3% (con un +10,0% per la Germania e +5,4% per la Francia), mentre in Italia la...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti