0 Flares 0 Flares ×

Banca IFIS ha approvato il progetto di bilancio per l’anno 2009, che ha segnato risultati molto positivi, soprattutto considerata la situazione economica globale non certo rosea. Ma nonostante una contrazione dell’utile (che scende del 24,5%, a 17,2 milioni di Euro, ma anche a causa di nuovi investimenti), Banca IFIS segna una crescita significativa nel turnover (+8,5%), negli impieghi(+26,6%), nel margine di intermediazione (+19,5%).

L’aspetto interessante è che questa crescita è stata in gran parte alimentata dai risultati del conto di deposito Rendimax, che ha permesso di raccogliere importanti risorse. Ha dichiarato Giovanni Bossi, Amministratore delegato di Banca IFIS: “L’avvio della raccolta diretta ha segnato un passaggio strategico fondamentale per la Banca rendendola autonoma nel reperire risorse finanziarie, ad oggi oltre un miliardo di euro dalla clientela retail, funzionali per continuare anche nel futuro a sostenere l’espansione degli impieghi e quindi della Banca“.

Si tratta quindi a nostro parere di una dimostrazione del fatto che offrire condizioni vantaggiose ai clienti (come ha fatto e continua a fare Rendimax) non è un costo, ma un importante elemento da cui le banche possono trarre grossi benefici.

Insomma: gli scenari win-win, dove “vincono” sia gli azionisti che i clienti, non sono un’utopia.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

Comments are closed.