0 Flares 0 Flares ×

Il tema della micro-tassazione delle transazioni finanziarie è stato molto discusso nell’ambito della crisi finanziaria, e in questi giorni è partita una campagna internazionale di raccolta di firme, per sollecitare i capi di Stato e di Governo del G20 a varare una tassa sulle transazioni finanziarie. La tassazione ipotizzata dovrebbe riguardare tutte le transazioni finanziarie ed avrebbe un importo contenuto — tipicamente si parla di valori tra lo 0,01% e lo 0,1%.

Il tema della tassazione delle transazioni è però spesso posto sotto una luce a nostro parere errata, presentato più come una “vendetta” verso le banche che per le reali implicazioni che comporta.
Raccogliere risorse per coprire i costi della crisi o creare dei fondi con cui aiutare i paesi più poveri sono temi sicuramente importanti, ma che finiscono con il nascondere di fatto quella che è la reale portata di questo tipo di tassazione, che non deve necessariamente avere lo scopo di “raccogliere risorse”, ma piuttosto quello di rendere sconvenienti le transazioni speculative a brevissimo termine. La ragione è abbastanza evidente: molti grossi investitori effettuano un gran numero di operazioni (a volte, con sistemi automatizzati), di durata minima e che portano, sulla singola transazione, a guadagni ridotti: ma sul grande numero portano a ricavi massicci — tanto per capirsi, un guadagno dello 0,1% al giorno vuol dire (capitalizzato) un guadagno di oltre il 44% in un anno.

Si tratta però di operazioni nel complesso fortemente speculative — ma anche questo può essere un problema secondario, dato che la speculazione nella maggior parte dei casi accelera i trend, più che crearli. Il punto reale è che si tratta di operazioni che sono focalizzate sul brevissimo periodo, e quindi spingono i mercati sostanzialmente a trascurare il lungo periodo, che invece è (per definizione) fondamentale per garantire la sostenibilità (economica e non solo). In quest’ottica, la tassazione delle transazioni può essere importante per “costringere” a preoccuparsi maggiormente del medio-lungo periodo, portando potenzialmente una rivoluzione nelle logiche dei mercati finanziari.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e Tradingbreve periodo,finanza,lungo periodo,speculazione,tassazione,transazioniIl tema della micro-tassazione delle transazioni finanziarie è stato molto discusso nell'ambito della crisi finanziaria, e in questi giorni è partita una campagna internazionale di raccolta di firme, per sollecitare i capi di Stato e di Governo del G20 a varare una tassa sulle transazioni finanziarie. La tassazione ipotizzata...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti