0 Flares 0 Flares ×

Si sta svolgendo in questi giorni il forum “Banche e P.A.” dell’ABI, che fa il punto sui rapporti tra banche e Pubblica Amministrazione. Sempre di più, il focus non è tanto (o almeno, soltanto) sui finanziamenti, ma soprattutto sulle tecnologie, che possono migliorare anche sensibilmente l’efficienza delle attività della Pubblica Amministrazione, migliorandone anche la qualità dei servizi erogati.

Secondo alcune stime, la fattura elettronica consentirebbe un un risparmio complessivo per il Paese di circa 10 miliardi di euro l’anno, grazie alle ottimizzazione e automatizzazione delle fasi di approvvigionamento, fatturazione e pagamento. E secondo molti potrebbe essere lo strumento tecnico che permetterebbe alla Pubblica Amministrazione di ridurre i tempi per il pagamento delle fatture emesse dalle imprese fornitrici (attualmente decisamente lunghi, tanto che alcune banche hanno attivato finanziamenti specifici) — sempre che la Pubblica Amministrazione voglia farlo, aggiungiamo noi.

Un altro tema interessante è quello del Project Financing. Fassola, presidente di ABI, ha dichiarato che  “In Italia si ricorre al Partenariato Pubblico Privato soprattutto per realizzare opere di piccole dimensioni, mentre sono quasi assenti le aggiudicazioni di grandi progetti che, coinvolgendo diversi livelli della Pubblica Amministrazione, comportano maggiori complessità per il raggiungimento del consenso, che vuol dire tempi più lunghi e maggiori costi di realizzazione. È necessario e urgente trovare misure risolutive per favorire la partecipazione di imprese e banche rilanciando lo sviluppo anche attraverso le grandi opere infrastrutturali di cui il Paese ha bisogno”.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

Comments are closed.