0 Flares 0 Flares ×

La condanna dei dirigenti di Google per il video del ragazzo Down pestato è un fatto estremamente grave, perché parte dal principio che servizi quali YouTube abbiano non solo il diritto, ma addirittura il dovere di controllare preventivamente i contenuti. Peraltro, in contrasto a quanto prevedono le Direttive Europee secondo le quali il fornitore di servizi è responsabile solo della “mere conduit”, del solo trasporto delle informazioni, e non ha il dovere (né il diritto) di entrare nel merito delle informazioni che trasporta.

Personalmente, non capisco come si possa considerare Google colpevole, mentre contro i ragazzi che fisicamente hanno picchiato il compagno di scuola è stata ritirata la querela. Cercando di dirla in parole semplici viene il dubbio che il punto non sia quello che bisogna “comportarsi bene”, ma quello di non far vedere che “c’è chi si comporta male”. Come ho già avuto modo di osservare, non è assurdo pensare che probabilmente se YouTube non avesse pubbblicato il video, nessuno sarebbe venuto a conoscenza del problema, che sarebbe quindi continuato.

Un controllo preventivo sui contenuti non è tecnicamente possibile, dato che richiederebbe migliaia di persone che controllino i video. Insomma, confondere YouTube con un canale televisivo dimostra a nostro parere un’estrema ignoranza della natura di Internet.

Ma questo è l’aspetto relativamente meno grave: il punto è che, chiaramente, seguendo il principio della “complicità” del fornitore di servizi si rischia di spingere tali soggetti a impedire la pubblicazione o diffusione di qualsiasi contenuto potenzialmente dubbio, oltre che di quelli illegali, con grossi rischi per la libertà di espressione. Un fatto, ripetiamo, estremamente grave: e il problema è che  “la colpa” forse non è neppure dalla volontà di censurare, ma forse solo dall’ignoranza.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e Tradingcronaca,diritti,google,internet,italiaLa condanna dei dirigenti di Google per il video del ragazzo Down pestato è un fatto estremamente grave, perché parte dal principio che servizi quali YouTube abbiano non solo il diritto, ma addirittura il dovere di controllare preventivamente i contenuti. Peraltro, in contrasto a quanto prevedono le Direttive Europee...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti