0 Flares 0 Flares ×

Immagino abbiate tutto sentito delle affermazioni del Ministro Rotondi che sosteneva come le ore dedicate alla pausa pranzo sono in realtà le più produttive, e che sarebbe opportuno ridurla (anche se ha poi precisato che la sua non era una proposta).

Effettivamente, l’esperienza di molti mostra come in effetti le ore della pausa pranzo, sia quelle prima di cena spesso in effetti portino una “produttività” un po’ più alta. Chiaramente dipende dal tipo di lavoro: l’idea è applicabile per lavori impiegatizi o dirigenziali, mentre ha molto spesso per altre tipologie di attività.

L’aspetto interessante, però, è verosimle che la pausa pausa pranzo sia così produttiva proprio perché c’è la pausa pranzo, e “abolendola” si eliminerebbero anche i fattori che la rendono più produttiva. Che è ragionevole pensare che siano principalmente due:

  • Il fatto che gli altri siano in pausa pranzo, e quindi sia possibile concentrarsi di più sul lavoro senza essere “distrurbati” da telefonate, riunioni, visite, ecc.
  • Il fatto che è verosimile ci si ponga degli obiettivi (concludere un lavoro prima della pausa) che spingono a un impegno maggiore per portare a termine le attività.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e Tradingattualità,italia,lavoroImmagino abbiate tutto sentito delle affermazioni del Ministro Rotondi che sosteneva come le ore dedicate alla pausa pranzo sono in realtà le più produttive, e che sarebbe opportuno ridurla (anche se ha poi precisato che la sua non era una proposta). Effettivamente, l'esperienza di molti mostra come in effetti le...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti