0 Flares 0 Flares ×

Secondo il rapporto dell’Area Research di Gruppo Montepaschi di Siena, nel mese di ottobre si è avuta una crescita dell’1.8% del prezzo delle materie prime trattate nelle principali piazze italiane. Questo dato è calcolato sulla base dell’indice Sintetico Borse Merci (ISB) segnala, che analizza l’andamento delle borse merci di Firenze, Prato, Biella e Padova. Il dato rispetto all’anno precedente è però di segno negativo (-7,4%).

In generale, i prezzi dei prodotti agricoli si stabilizzano  (+0.8% mensile, ma -15.9% rispetto all’anno precedente), così come i carburanti (+2.2%, ma -8.1% rispetto all’anno scosrso). Invece nell’anno sono rimasti stabili i prezzi del tessile (+0.3% riseptto all’anno scorso, +2.2% rispetto al mese precedente).

A livello internazionale, continuano le attese al rialzo sul prezzo del rame (nonostante sia considerata possibile una correzione nel breve periodo), e ancora più dell’oro, per il quale viene considerato possibile che sia raggiunto un prezzo vicino ai 2000 dollari. Questi risultati però sono alimentati anche dal trend di indebolimento del dollaro.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comBanche, Risparmio, Investimenti e TradingEconomia,materie primeSecondo il rapporto dell’Area Research di Gruppo Montepaschi di Siena, nel mese di ottobre si è avuta una crescita dell’1.8% del prezzo delle materie prime trattate nelle principali piazze italiane. Questo dato è calcolato sulla base dell'indice Sintetico Borse Merci (ISB) segnala, che analizza l’andamento delle borse merci di...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti