Home banking: si espande non solo a livello di numeri ma anche di “fasce” di popolazione che lo utilizzano

0 Flares 0 Flares ×

Abbiamo già avuto modo di evidenziare in passato come internet banking ed home banking trovino sempre maggiori favori da parte degli italiani. Una nuova indagine condotta da ABI (sempre in collaborazione con GfK Eurisko) evidenzia come però si stia evolvendo anche il profilo di chi utilizza questi servizi. Se fino a qualche anno fa i servizi bancari online erano un qualcosa “riservato” al classico profilo dell'”innovatore” (maschio, istruzione medio-alta, età tra i 25 e i 45 anni), adesso si nota un aumento dell’utilizzo di servizi di “banca online” da parte di donne e persone più “mature”.

Le donne sono passate dall’essere il 27% degli utenti dell’internet banking nel 2005 al 32% nel 2008. Un aumento solo apparentemente modesto, che indica che il numero di donne che utilizza questi servizi è aumentato del 20% .

Anche la fascia degli utilizzatori con più di 55 anni è cresciuta, passando dal 12% del 2005 al 16% del 2008. Con gli “over 65” che sono praticamente raddoppiati.

Si tratta di dati interessanti, che delineano come si profilino nuove “sfide” per le banche che offrono servizi online: infatti, è chiaro che i servizi di internet banking dovranno essere strutturati, anche in termini di usabilità,  in modo da soddisfare le esigenze di fasce diverse della popolazione rispetto a chi li ha utilizzati per primo.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]