0 Flares 0 Flares ×

Ad aprile 2009 la profuzione industriale in Giappone ha registrato una delle crescite più sostanziali degli ultimi 50 anni, con un +5,6% rispetto al mese precedente. Un dato che sta facendo sperare molti che il peggio della recessione sia ormai alle spalle, con il minimo toccato a febbraio (periodo in cui la produzione ha segnato ben -38,4% rispetto a febbraio 2008). A questo dato si aggiunge il fatto che secondo alcuni sondaggi effettuati tra i produttori, questi avrebbero avuto intenzione di aumentare ulteriormente la produzione nei mesi di maggio (per cui non ci sono ancora i dati definitivi) e giugno, con il mese di maggio che potrebbe segnare crescite della produzione superiori all’8%. Insomma, il minimo sarebbe decisamente alle spalle, anche se i livelli in termini assoluti sono tutt’altro che rosei, dato che in ogni caso ad aprile 2009 la produzione segna un -31% rispetto ad aprile 2008.

Non tutti però sono così ottimisti e c’è chi teme che l’aumento delle produzione sia dovuto più ad una necessità di ripristinare le scorte piuttosto che da un rafforzamento della domanda, elemento imprescindibile per una ripresa stabile.

Infatti, le scorte sono diminuite in modo costante fino ad aprile, e quindi effettivamente vi è una pressione per ripristinare i livelli delle scorte dopo una discesa eccesiva. Ma chiaramente, questa ripresa della produzione, se effettivamente le basi sono queste, non può essere solida, dato che una volta ripristinati i livelli normali di scorte, ci si può aspettare un nuovo stop.

È anche vero però che le scorte sono determinate dalle aspettative di vendita, per cui è anche vero che se si sente l’esigenza di ripristinare le scorte, può vuol dire che ci sono delle attese di leggera ripresa della domanda, un segnale sicuramente positivo, e gli indici relativi alle esportazioni (che nei mesi scorsi hanno subito una pesante contrazione) sarebbero coerenti con questo scenario. L’aspetto intreressante (e poco sorprendente) è che a sostenere le esportazioni Giapponesi sarebbe soprattutto la domanda dalla Cina, mentre USA e Europa rimangono ancora deboli.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comcrisi,Economia,giapponeAd aprile 2009 la profuzione industriale in Giappone ha registrato una delle crescite più sostanziali degli ultimi 50 anni, con un +5,6% rispetto al mese precedente. Un dato che sta facendo sperare molti che il peggio della recessione sia ormai alle spalle, con il minimo toccato a febbraio (periodo...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti