Il Fondo Monetario Internazionale potrebbe emettere obbligazioni

0 Flares 0 Flares ×

Il Fondo Monetario Internazionale avrebbe in programma di emettere obbligazioni, per la prima volta nella sua storia, allo scopo di raccogliere capitali da utilizzare nei “prestiti di emergenza” necessari per far fronte alla crisi. L’obiettivo sarebbe quello di raccogliere 500 miliardi di dollari. Si tratterebbe in ogni caso di obbligazioni destinate ad essere acquistate da Stati, piuttosto che da investitori privati.

Questa “raccolta di fondi” però starebbe creando alcune tensioni dal punto di vista politico, dato che ci sono paesi quali Cina o Brasile, che pur a fronte di un contributo economico al Fondo, si trovano ad avere un peso ridotto, in termini di voti nelle assemblee del Fondo Monetario.

È quindi molto poco sorprendente la richiesta di questi Paesi di una revisione delle strutture di voto del Fondo, in cambio della disponibilità ad acquistare le obbligazioni che saranno emesse. Infatti sarebbero proprio questi paesi emergenti (ed in particolare Cina, Brasile ed Arabia Saudita) il principale “target” di queste obbligazioni — anche perché non sono molti i Paesi che possono permettersi di impegnare risorse in questo modo, di questi tempi.

Una revisione però sarebbe osteggiata soprattutto dai Paesi Europei, che sarebbero quelli che perderebbero maggiormente potere decisionale proprio a favore dei paesi emergenti. Il rischio è quindi il verificarsi di una situazione di stallo che potrebbe quantomeno ritardare interventi che sembrano sempre più urgenti in alcuni Paesi.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]