Polemiche in Veneto per il finanziamento da parte della Regione della Fiera del Lusso: demagogia?

0 Flares 0 Flares ×

Mi segnala un lettore (Franco) delle polemiche in Veneto dovute al fatto che la Regione ha stanziato 180.000 Euro per la Fiera del lusso che si è svolta a Vicenza, “anziché destinarli a sostegno dell’occupazione”.

Devo premettere che ovviamente non conosco i dettagli, ma condivido quello che Franco scrive: in effetti, suona molto come una polemica piuttosto demagogica. Se, come ho letto in un commento ad un articolo, i soldi fossero stati dati alla fiera dei chiodi arrugginiti, nessuno avrebbe detto niente: ma siccome si parla di “lusso”, allora piovono le critiche, con la motivazione che “non è etico” finanziare il lusso mentre la gente fatica ad arrivare a fine mese per colpa della crisi.

Solo che, effettivamente, la chiave di lettura è quantomeno distrorta. Perché non è che sono stati finanziati quelli che volevano comprare yatch o articoli di lusso, ma le aziende che producono queste cose. Una distinzione non banale, dato che non si può fare finta di dimenticare che da anni si ripete che è proprio il lusso uno dei settori principali in cui le aziende italiane dovrebbero puntare, sia perché non ha senso cercare di competere con indiani e cinesi su produzioni di grande volume e basso valore, sia perché il numero di “ricchi” sta aumentando esponenzialmente proprio in paesi come la Cina, creando mercati enormi per questo settore, in cui le aziende italiane possono avere molte cartucce da giocare. Perché Made in Italy per il mondo vuol dire lusso.

Insomma, sarebbe utile comprendere meglio la nostra economia, per cercare e proporre “cure”, senza ovviamente dimenticare che per aiutare l’occupazione è necessario aiutare le imprese (che, per inciso, è bene ricordare che sono un soggetto distinto dagli imprenditori).

La polemica somiglia tanto ad una voglia di sfogarsi, più che ad una critica “reale”: un fatto che però nel “modello psicologico delle crisi” di cui abbiamo parlato poco tempo fa, potrebbe indicare che siamo ancora nella “fase della rabbia”, il che (se il modello fosse corretto) indicherebbe che siamo ancora lontani dall’uscita dalla crisi…

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]