0 Flares 0 Flares ×

Premessa: certo, dipende da quali saranno poi i contenuti concreti del provvedimento. Però non si può negare che sia piuttosto curioso che per fronteggiare una crisi nata direttamente dalla creazione di una bolla immobiliare, principalmente in USA, ma anche in alcuni paesi europei (Gran Bretagna in primis) in Italia si proponga un piano per incentivare l’edilizia come uno dei “pilastri” del piano anti-crisi.

Certo, non è “per forza” sbagliato: certo però che (come evidenzia anche Cianciullo sul suo blog su Repubblica.it) sembra puntare sulla quantità e non sulla qualità. Un atteggiamento che lascia qualche perplessità.
Se il provvedimento puntasse ad esempio a rinnovare (o anche ricostruire) gli edifici secondo criteri di efficienza energetica sarebbe una buona mossa dal punto di vista strategico: vorrebbe dire “approfittarne” per ridurre la domanda futura di energia, un elemento attualmente perso di vista, ma che tornerà drammaticamente di attualità quando i prezzi del petrolio e delle altre fonti di energia torneranno a salire.

Puntare alla “quantità” invece è un gioco pericoloso, non solo in termini di ricadute furure o di effetti ambientali, ma anche per gli effetti sul mercato immobiliare che potrebbe avere. Infatti, in pratica “aumentare le cubature” vuol dire aumentare l’offerta di immobili. Ma il problema è che già in questo momento l’equilibrio domanda-offerta è sotto tensione, con i prezzi delle case che tendono a diminuire, avendo raggiunto livelli eccessivi: aumentare “di colpo” l’offerta può fare crollare i prezzi degli immobili. Che può essere vantaggioso per chi deve comprare casa, ma può creare molti problemi ai proprietari che devono vendere oppure a chi ha appena comprato (magari a prezzi molto superiori).

La sensazione è che tutti questi aspetti non siano stati ponderati, ma si cerchi solo di trovare una “toppa” per il breve periodo. Poi, si vedrà…

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comcasa,crisi,immobili,italiaPremessa: certo, dipende da quali saranno poi i contenuti concreti del provvedimento. Però non si può negare che sia piuttosto curioso che per fronteggiare una crisi nata direttamente dalla creazione di una bolla immobiliare, principalmente in USA, ma anche in alcuni paesi europei (Gran Bretagna in primis) in Italia...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti