2 Flares 2 Flares ×

In un articolo su Bloomberg, Nouriel Roubini, l’economista che meglio aveva previsto lo sviluppo della crisi finanziaria, sostiene che il peggio deve ancora venire. Infatti il 2008 porterà una pesante recessione per gli USA, e “anche nel 2010 il recupero potrebbe essere talmente debole che sarà un periodo difficile anche dopo la conclusione ‘tecnica’ della recessione“.

Il problema infatti è che la crisi colpirà l'”economia reale”, e l’impatto sarà particolarmente forte negli USA — dove i consumi sono da tempo di fatto basati sul credito, cosa che ha permesso a molti di vivere finora oltre le proprie possibilità.

In realtà, ci sono dei lati positivi nell’analisi di Roubini, che ritiene che il rischio di collasso del sistema finanziario sia stato ridotto, un elemento sicuramente postivo, dato che apre spiragli per una nuova crescita dell’economia, anche se non immediata. L’alternativa che rischiava di aprirsi era quella di una lunga depressione, di durata di diversi anni, che a questo punto diventa uno scenario meno probabile, soprattutto per i paesi europei. Gli USA continuano a dover affrontare la sfida di dover risanare la propria economia, con l’obbligo di adottare strumenti di politca monetaria non ortodossi, dato che ormai i tassi di interesse sono già stati azzerati. Il pericolo più concreto, per gli USA è quello della deflazione, un “nemico” difficile da combattere con armi tradizionali: la chiave di volta sarà l’utilizzo di strumenti di sostegno economico, e non solo monetari o finanziari, per limitare gli effetti della crisi.

Banche e Risparmio [http://banche.blogspot.com]
Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]
Banche e Risparmio ha cambiato indirizzo: aggiorna i tuoi link con il nuovo indirizzo www.banknoise.com!

banknosie.comcrisi,Economia,roubiniIn un articolo su Bloomberg, Nouriel Roubini, l'economista che meglio aveva previsto lo sviluppo della crisi finanziaria, sostiene che il peggio deve ancora venire. Infatti il 2008 porterà una pesante recessione per gli USA, e 'anche nel 2010 il recupero potrebbe essere talmente debole che sarà un periodo difficile...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti