Ma l'analisi tecnica da sola è sufficiente per prevedere l'andamento della borsa?

0 Flares 0 Flares ×

L’Analisi Tecnica, ossia quel metodo di analisi degli andamenti finanziari basato su dati storici numerici (principalmente quotazioni e volumi scambiati) e grafici è uno strumento molto usato per cercare di fare previsioni e prendere decisioni di acquisto o vendita di titoli.

Per quanto sia uno strumento “potente”, rimango sempre un po’ perplesso quando scopro che alcuni usano queste tecniche senza preoccuparsi minimamente del significato dei numeri. In altre parole: sanno ogni dettaglio sull’andamento delle quotazioni, ma non hanno neppure una vaga idea di che cosa fa l’azienda (o il settore) in cui stanno investendo, né la contestualizzano in un ambiente economico. La quotazione diventa un qualcosa di indipendente, ed a sé stante.

Credo che questo atteggiamento sia rappresentativo di come la mentalità del mondo finanziario si sia nel tempo distorta: quando i numeri perdono il collegamento con ciò che rappresentano si creano i presupposti perché si creano “bolle” o “crolli” ingiustificati.

Ovviamente, non voglio certo dire che l’analisi tecnica sia uno strumento pericoloso o dannoso, anzi: però credo vada quantomeno affiancata da altri metodi di analisi (per esempio la cosiddetta analisi fondamentale) ed ad una “lettura” del contesto economico generale.

Banche e Risparmio [http://banche.blogspot.com]
Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]
Banche e Risparmio ha cambiato indirizzo: aggiorna i tuoi link con il nuovo indirizzo www.banknoise.com!

3 pensieri su “Ma l'analisi tecnica da sola è sufficiente per prevedere l'andamento della borsa?”

  1. A mio personale parere bisogna fare una distinzione in base all’arco temporale con cui si investe.
    Se opero escusivamente con ottica intraday conoscere l’analisi fondamentale non mi serve a niente;a differenza se ho in mente di tenete aperte le posizioni per un investimento di medio-lungo periodo questa assumerà notevole importanza!

  2. Ehehe, spesso si dice che è più importante avere gli stessi strumenti di analisi di quelli bravi per prevedere come andrà il mercato, vedere le stesse cose. Badano all’intraday, se vedo che sta nascendo una retta con poco rumore verso l’alto compro e appena i dati sembrano contraddirla si vende.
    Sul lungo periodo i fondamentali sono +importanti…

  3. Ci sono delle differenze tra analisi tecnica ed analisi fondamentale che e’ meglio chiarire:mentre l’analista fondamentale individua azioni o attività finanziarie che dovrebbero essere profittevoli nel lungo periodo, l’analista tecnico può fornire delle indicazioni sul momento più corretto per entrare sul mercato – il “timing” – nonché un obiettivo di prezzo per chiudere la posizione, auspicabilmente con un “take profit” (ovvero in utile) ma talvolta con uno “stop loss” ( ovvero in perdita)………

I commenti sono chiusi.