0 Flares 0 Flares ×

Uno dei grossi problemi che ha portato la crisi finanziaria è l’aumento del costo del credito, dovuto al maggiore rischio percepito e alla minore liquidità del sistema. Le tensioni sull’Euribor di cui abbiamo spesso parlato ne sono indice.

Anche se la tensione si è ultimamente un po’ ridotta, la situazione rimane delicata, e per questo motivo la Banca d’Italia ha attivato un’iniziativa per consentire agli operatori finanziari un interscambio di fondi minimizzando i rischi di controparte e di liquidità.

Si tratta del MIC (Mercato Interbancario Collateralizzato), chè è un nuovo segmento di mercato in cui le banche potranno contrattare lo scambio di fondi. Secondo quanto dichiarato dalla Banca d’Italia, le contrattazioni saranno anonime ma dovranno essere coperte da forme di garanzia (da cui appunto collateralizzato). In pratica, lo scopo è quello di permettere alle banche di avere delle transazioni garantite anche dalla partecipazione stessa della Banca d’Italia, oltre che dai collateral forniti. Le transazioni saranno su scadenze minime di una settimana (non si parla quindi di prestiti overnight).

Lo scopo è quello di permettere una maggiore flessibilità alle banche nel reperimento e nell’impiego dei capitali, e quindi ridurre il costo del credito.

Chiaramente, per quanto si tratti di un’iniziativa i cui destinatari diretti sono gli operatori finanzari, se l’azione ha successo ci saranno ricadute positive sui consumatori e sulle aziende, che potranno quindi beneficiare di tassi minori, anche se al momento non è del tutto chiaro se le transazioni che avverranno nel MIC saranno conteggiate nel calcolo dell’indice Euribor nel qual caso, l’iniziativa avrebbe molto probabilmente il risultato diretto di ridurre il valore dell’indice.

Banche e Risparmio [http://banche.blogspot.com]
Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]
Banche e Risparmio ha cambiato indirizzo: aggiorna i tuoi link con il nuovo indirizzo www.banknoise.com!