0 Flares 0 Flares ×

Ieri avevamo accennato ad alcuni interessanti aspetti della situazione attuale dell’industria petrolifera e petrolchimica, e come promesso spendiamo due righe per approfondire l’argomento.

Infatti, la Kuwait Petroleum Company aveva in programma un mega-accordo con Dow Chemicals (la seconda più grande produttrice chimica al mondo dopo BASF), che prevedeva l’acquisizione del 50% del ramo di Dow Chemicals dedicato alla plastica, e la creazione di una joint venture. Un’operazione da circa 7 miliardi e mezzo di dollari, che però non ha valenza solo economica, ma aveva anche lo scopo di permettere al paese di diversificare la sua produzione, riducendo il peso specifico del semplice greggio e del gas, per spostarsi verso prodotti più “sofisticati” come i polietileni, di cui la joint venture sarebbe probabilmente stata la prima produttrice al mondo: infatti in Kuwait — come peraltro negli altri paesi dell’area — può giò contare su una crescente industria petrolchimica grazie alla disponibilità di materie prime ed energia a basso costo.

Questo accordo però è stato rimesso in discussione dalla contrazione globale della domanda di petrolio e di materie plastiche, che da un lato spinge a ridiscutere il valore del ramo d’azienda (dato che le prospettive di profitto sono inferiori), dall’altro riduce i profitti per i produttori di greggio, che quindi possono più difficilmente permettersi grossi investimenti.

Banche e Risparmio [http://banche.blogspot.com]
Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

Banche e Risparmio ha cambiato indirizzo: aggiorna i tuoi link con il nuovo indirizzo www.banknoise.com!

banknosie.comacquisizioni,Economia,petrolioIeri avevamo accennato ad alcuni interessanti aspetti della situazione attuale dell'industria petrolifera e petrolchimica, e come promesso spendiamo due righe per approfondire l'argomento.Infatti, la Kuwait Petroleum Company aveva in programma un mega-accordo con Dow Chemicals (la seconda più grande produttrice chimica al mondo dopo BASF), che prevedeva l'acquisizione del...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti