0 Flares 0 Flares ×

La fuga dagli hedge fund è una delle con-cause delle turbolenze dei mercati negli ultimi mesi. Infatti questi fondi, noti per operare “a leva”, cioè facendosi prestare denaro in proporzione alla raccolta dagli investitori (e quindi moltiplicando i profitti — e le perdite) muovono grosse quantità di capitali, e quindi influenzano fortemente i prezzi dul mercato.

Date le condizioni di mercato, molti investitori tendono ad uscire dagli investimenti più pericolosi, e gli hedge fund lo sono per definizione, ma questo vuol dire che questi fondi devono disinvestire grosse somme, multiple di quanto ritirato dagli investitori per mantenere un equilibrio interno, con effetti sui mercati, pena il rischio collasso (val la pena di rileggersi la storia dell’hedge fund LTCM, e di come il collasso di un singolo hedge fund aveva costretto all’intervento le autorità finanziarie). Il problema di fondo è però che se gli investitori possono chiedere il rimborso delle proprie quote dal fondo in modo molto rapido, un hedge fund non può disinvestire altrettanto rapidamente, perché nelle condizioni dei mercati finanziari attuali hanno in portafoglio molti assets che sono illiquidi.

Per questo motivo sono sempre di più gli hedge fund che cercano di impedire l’uscita dal fondo degli investitori, alcuni con espliciti blocchi dei rimborsi delle quote, altri modificando le condizioni contrattuali e aumentando le commissioni di uscita, in modo da disincentivare la fuga. L’obiettivo è chiaramente quello di garantirsi un orizzonte temporale in cui sia possibile trattare sul mercato in condizioni “normali” gli assets adesso illiquidi.

Fin qua potrebbe sembrare un discorso che riguarda solo i “ricchi” investitori degli hedge funds. In realtà, la questione potrebbe avere ricadute anche sui mercati in generale e quindi sugli investitori comuni ed i risparmiatori.

Infatti, la logica è questa: se gli hedge funds riducono i rimborsi ai loro investitori, hanno anche minori necessità di disinvestire dai mercati finanziari, riducendo quindi la quantità di assets in vendita e quindi riducendo la pressione al ribasso sui mercati finanziari, e quindi favorendone la stabilizzazione.

Banche e Risparmio [http://banche.blogspot.com]
Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

Banche e Risparmio ha cambiato indirizzo: aggiorna i tuoi link con il nuovo indirizzo www.banknoise.com!

Comments

Comments are closed.