0 Flares 0 Flares ×

Le borse europee hanno oggi segnato risultati decisamente negativi. Dati che sembrano smentire chi vede i tagli degli interessi da parte delle banche centrali come la panacea di tutti i mali della finanza. Questo vale soprattutto per quanto sta avvenendo in USA, con la FED che ha portato i tassi all’1% — i tassi della BCE possono essere considerati ancora a livelli “sostenibili”.

Da cosa sono causate le perdite di oggi? Proviamo a dare una risposta:

  • In Italia, pesa il crollo di Intesa SanPaolo conseguente, oltre che ai risultati inferiori alle attese, anche alla scelta di non distribuire dividendi. Per quanto gli azionisti non abbiano preso bene questa scelta, a me personalmente pare un segnale di serietà: anzi, val la pena ricordare come più di >qualcuno abbia suggerito che vietato distribuire dividendi per un certo periodo, per dedicare piuttosto quelle risorse a fondi alla costituzione di riserve ed alla ricapitalizzazione.
  • In generale, soprattutto lato USA, pesa la pesante crisi di General Motors, Ford e Chrysler, che per quanto come peraltro tutto il settore dell’automotive sia in sofferenza, sono probabilmente penalizzate da strategie aziendali troppo “vecchie” — GM per esempio è “sotto accusa” per avere ben 11 marchi, contro i 4 della Toyota — che non ha permesso di sfruttare adeguatamente le possibili economie di scala. Il punto però è che General Motors, Ford e Chrysler, i tre colossi di Detroit hanno un indotto che secondo alcune stime coinvolge circa 3 milioni di persone, e costituisce probabilmente qualcosa intorno al 4% del PIL USA. Inevitabili le ripercussioni sui mercati.
  • Inoltre, il provvedimento di salvataggio delle banche realizzato dal governo USA si sta rivelando inadeguato, con AIG che ha ottenuto un ulteriore aiuto dal governo USA, ma anche FannieMae ha registrato perdite record (29 miliardi di dollari nel solo terzo trimestre) e i 100 miliardi di dollari di aiuto ricevuti potrebbero essere insufficienti. Si conferma la critica che era stata fatta in principio: gli aiuti non hanno probabilmente posto l’adeguato accento sull’esigenza di risanamento.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comborse,crisi,finanzaLe borse europee hanno oggi segnato risultati decisamente negativi. Dati che sembrano smentire chi vede i tagli degli interessi da parte delle banche centrali come la panacea di tutti i mali della finanza. Questo vale soprattutto per quanto sta avvenendo in USA, con la FED che ha portato i...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti