Salvataggio a livello Europeo? Olanda e Belgio stanno già litigando per l'intervento su Fortis

0 Flares 0 Flares ×

Abbiamo scritto più volte che sarebbe necessario un “sistema di salvataggio Europeo” per le banche in difficoltà, dato che molte hanno un raggio d’azione ed una dimensione “europea”, e non solamente nazionale.

Purtroppo, mettere in collaborazione su temi di questo tipo più Stati è tutt’altro che semplice: anche il “salvataggio” di Fortis, che è stato portato avanti da Olanda, Belgio e Lussemburgo sta dando ora adito a polemiche tra questi paesi.

L’Olanda non ha ancora versato la sua parte (4 miliardi di Euro) dell'”iniezione di liquidità” che era stata programmata (un totale di poco più di 11 miliardi di Euro), e inoltre ha di fatto cambiato strategia rispetto al concordato: infatti l’Olanda ha nei giorni scorsi nazionalizzato le attività olandesi di Fortis (tra cui il grosso di Abn Amro), una mossa che ha non poco irritato il Belgio che invece sembra ritrovarsi con i pezzi meno pregiati dello “spezzatino”.

Questa situazione non è incoraggiante, dato che se stati come Olanda, Belgio e Lussemburgo — avvezzi ad una collaborazione reciproca — finiscono a non riuscire ad adottare una strategia comune, diminuiscono le speranze di un efficace “patto Europeo”, che però sembra sempre più indispensabile.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]