0 Flares 0 Flares ×

La banca centrale olandese ha effettuato una “iniezione di liquidità” nel capitale di ING, la banca internazionale che in Italia molti conoscono per Conto Arancio. L’intervento è decisamente massiccio: 10 miliardi di Euro, che garantiscono al governo olandese circa l’8,5% del capitale sociale.

Si tratta di un intervento che possiamo considerare “precauzionale”, dato che è stato deciso apparentemente in seguito all’annuncio di ING di perdite attese nel terzo trimetre per circa 500 milioni di Euro: una cifra significativa, ma oggettivamente marginale rispetto agli asset di ING. Basti pensare, come termine di confronto, che ING secondo gli ultimi dati dovrebbe gestire qualcosa come quasi 340 miliardi di euro di conti correnti e di deposito in tutto il mondo. Peraltro, ING è anche intervenuta a protezione dei risparmiatori inglesi coinvolti nel fallimento delle banche islandesi avvenuto nelle scorse settimane.

Per ultimo val la pena segnalare un aspetto che ci pare indice quantomeno di serietà della gestione: ING ha annunciato che (contrariamente a quanto potrebbero fare altre banche ben più in difficoltà) rivedrà i compensi ai manager e quest’anno non distribuirà dividendi agli azionisti. E’ bene sottolineare che si parla dei dividendi delle azioni di ING, e non dei fondi gestiti da ING, come Investimenti Arancio, che fanno storia a sé.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]