0 Flares 0 Flares ×

In una crisi che si può considerare figlia delle “innovazioni finanziarie”, la FED ne ha realizzata una non da poco, il “taglio nascosto” dei tassi. Infatti, la FED ha deciso (in base al potere discrezionale conferitole dal “piano Paulson”) che pagherà gli interessi sulle riserve che le banche hanno depositato presso di essa, per la precisione lo 0,75%,per la quota di riserve superiore all’obbligatorio.

Di fatto, evidenziano gli analisti, questo equivale ad una riduzione del tasso di interesse ufficiale applicato (attualmente il 2%) alle banche che fanno richiesta di liquidità, poiché la remunerazione delle riserve lo va parzialmente a compensare.

L’idea di fondo dovrebbe essere quella di “incanalare la liquidità del mercato”, favorendo la messa a disposizione della liquidità al sistema da parte di quei soggetti che si trovano con un bilancio positivo.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.combanche,fed,interessi,tassiIn una crisi che si può considerare figlia delle 'innovazioni finanziarie', la FED ne ha realizzata una non da poco, il 'taglio nascosto' dei tassi. Infatti, la FED ha deciso (in base al potere discrezionale conferitole dal 'piano Paulson') che pagherà gli interessi sulle riserve che le banche hanno...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti