0 Flares 0 Flares ×

Il piano del Governo USA è stato bocciato dal parlamento (causando pesanti ripercussioni in borsa). La bocciatura è una sorpresa fino ad un certo punto, perché il piano aveva secondo molti grossi limiti, di cui abbiamo già parlato in passato. I problemi di fondo del provvedimento sono fondamentalmente due difetti:

  • la valutazione dei “toxic assets” che si sarebbero dovuti acquistare dalle banche (con il rischio di pagare a peso d’oro — con i soldi dei contribuenti americani — spazzatura)
  • la socializzazione delle perdite, (cioè le perdite vengono pagate dai contribuenti, mentre i profitti rimangono private), e l’aiuto di fatto indifferenziato tra chi ha preso rischio eccessivi e chi invece è stato travolto dalla crisi.

Purtroppo, quello che serve è una riforma radicale del sistema finanziario (a partire dalle agenzie di rating), che però non è di semplice progettazione, né tantomeno realizzazione. L’idea di cercare di salvare tutti, possibilmente senza toccare i rapporti di potere precedenti, che sembra essere sottesa alle iniziative finora portate avanti, deve essere messa da parte per trovare una soluzione efficace alla crisi.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comcrisi,governo,mutui subprime,USAIl piano del Governo USA è stato bocciato dal parlamento (causando pesanti ripercussioni in borsa). La bocciatura è una sorpresa fino ad un certo punto, perché il piano aveva secondo molti grossi limiti, di cui abbiamo già parlato in passato. I problemi di fondo del provvedimento sono fondamentalmente due...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti