0 Flares 0 Flares ×

Forse avrete letto o sentito delle polemiche che circondano il lancio, prossimo, del’iPhone in Italia, che ruotano intorno alle politiche tariffarie e di prezzo che i due operatori che lo offriranno in esclusiva in Italia, Tim e Vodafone. Il Movimento Difesa del Cittadino (Mdc) a quanto pare ha anche spedito nei giorni scorsi un esposto all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni “affinché verifichi eventuali comportamenti lesivi della concorrenza da parte di Tim e Vodafone”.

Personalmente, credo che dimostri quanto in Italia si abbiano le idee confuse su che cosa sia la concorrenza, cosa sia il mercato e quali siano i diritti degli utenti, anche se la cosa non stupisce in un paese in cui si risparmia sugli alimentari ma non certo sulla telefonia.

Comunque, venendo alla questione: Tim e Vodafone hanno fatto un contratto di esclusiva con la Apple, che dà loro diritto di fare quello che vogliono. Si tratta, permettetemi, è solo una loro scelta di marketing. È bene sottolineare che non stiamo parlando della generalità delle tariffe telefoniche, ma di un singolo, specifico, modello di telefono. Ed è pieno diritto di Tim e Vodafone di fare una politica di prezzo che porterà (forse) a vendere pochi iPhone.

Mentre c’è un diritto generale (e non sempre adeguatamente considerato) dei cittadini di disporre di tariffe eque per il traffico telefonico e quello dati, per quanto sia fashion e alla moda, non esiste un “diritto ad avere un iPhone”. Credo che in Italia ci siano problemi, di concorrenza e non, molto più rilevanti.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comconcorrenza,telefoniaForse avrete letto o sentito delle polemiche che circondano il lancio, prossimo, del'iPhone in Italia, che ruotano intorno alle politiche tariffarie e di prezzo che i due operatori che lo offriranno in esclusiva in Italia, Tim e Vodafone. Il Movimento Difesa del Cittadino (Mdc) a quanto pare ha anche...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti