In Brasile scoperto un enorme giacimento di petrolio: potrebbero cambiare gli equilibri mondiali

2 Flares 2 Flares ×

In Brasile sarebbe stato scoperto uno dei più grandi giacimenti di petrolio del mondo: si tratterebbe del terzo più grande giacimento al mondo, e secondo alcuni si tratterebbe della più importante scoperta di giacimenti degli ultimi 30 anni. Il governo brasiliano ritiene che l’area complessiva dove è localizzato il giacimento possa contenere circa fino a 100 miliardi di barili. Se fosse effettivamente così, il Brasile entrerebbe nei primi 10 produttori di petrolio per riserve a medio-lungo termine, e consoliderebbe il suo status di economia “più che emergente”.

Ma si tratta di una scoperta che potrebbe avere anche effetti significativi anche sul piano geopolitico: limitandosi al sudamerica, basti pensare al cambiamento dei rapporti di forza tra il Venezuela (attualmente il principale produttore di petrolio del continente) e gli altri paesi dell’area.

E ovviamente sono attesi effetti anche sulla politica energetica mondiale, che se comunque deve strategicamente diminuire la dipendenza dall'”oro nero”, il passaggio può essere meno forzato, e quindi almeno ridurre il ricorso ai bio-carburanti, che hanno effetti non trascurabili a livello dei prezzi dei generi alimentari. Non c’è comunque probabilmente da aspettarsi un ribasso del prezzo del petrolio, perché comunque la domanda sarà probabilmente destinata ad aumentare ben più dell’offerta.

Tutto questo sempre che la scoperta del giacimento di petrolio sia confermata. Petrobras, la compagnia petrolifera brasiliana che dovrebbe sfruttare il giacimento, smorza un po’ l’entusiasmo del governo (c’è chi senza mezze misure si sia trattato di un annuncio mirato a “tranquillizzare” la popolazione preoccupata dall’aumento dei costi dell’energia), sottolineando che servono ancora alcune perforazioni per verificare le dimensioni del giacimento, e soprattutto sulle concrete possibilità di sfruttamento, anche da un punto di vista degli investimenti necessari. Ma resta il fatto che anche se le dimensioni non sono quelle prospettate dal governo, il Brasile ha la possibilità di ridurre almeno in parte la sua dipendenza dalle importazioni di risorse energetiche.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

2 pensieri su “In Brasile scoperto un enorme giacimento di petrolio: potrebbero cambiare gli equilibri mondiali”

  1. 100 mld di barili equivalgono a circa 3 anni di consumo mondiale ai livelli attuali. Non credo cambierà molto, purtroppo.

  2. 100 mld di barili equivalgono a circa 3 anni di consumo mondiale ai livelli attuali. Non credo cambierà molto, purtroppo.

I commenti sono chiusi.