0 Flares 0 Flares ×

Imprenditore e impresa non sono la stessa cosa, per quanto spesso i due soggetti vengano confusi. La distinzione non è puramente accademica, ma anzi è secondo me fondamentale per interpretare correttamente gli scenari economici.

Il punto principale è che non è detto che se l’imprenditore fa soldi, l’impresa stia andando bene. Perché un’impresa vada bene, deve operare in modo da garantirsi “l’economicità” di medio-lungo periodo, in altre parole deve avere prospettive di profitto (e di sopravvivenza), come insieme che abbiano un orizzonte temporale non limitato. Se un’impresa va bene, ne traggono giovamento tutti gli stakeholder, i “portatori di interessi”, che non sono solo gli imprenditori, ma anche i dipendenti, i fornitori, la comunità in generale.

L’imprenditore, invece è una persona, che ha obiettivi, preferenze, avversione o propensione al rischio che sono legate alla sua visione personale della vita. Non va interpretato in senso negativo, questo fatto: semplicemente, cosa che a volte si sembra dimenticare, l’imprenditore è un essere umano che ha comportamenti da essere umano.

Nelle piccole aziende, ma anche in quelle medie dove la proprietà è in mano ad un piccolo numero di persone (e magari della stessa famiglia), questo può creare alcuni problemi, perché gli obiettivi che l’imprenditore si pone sono diversi dal quelli che dell’impresa, cosa che può limitare la capacità dell’impresa di assorbire gli investimenti a lungo termine di cui avrebbe bisogno. Questo perché gli investimenti nell’impresa si trovano a competere con gli altri investimenti alternativi che l’imprenditore si trova di fronte (come comprare una casa, per lui o per i figli), e magari l’imprenditore non ha intenzione di fare investimenti che daranno risultati fra diversi anni perché comunque forse prima va in pensione, oppure semplicemente perché “chissà dove saremo fra 5 anni”. E quindi, se ci sono i porti turistici pieni di barche, non è detto che sia perché le cose vanno bene, può darsi anche che le cose vadano male e gli imprenditori preferiscano comprarsi la barca piuttosto che investire nell’azienda.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

Comments

  1. Già…ma il peggio è che si fa di tutta l’erba un fascio: alla fine, tutti gli imprenditori di qualsiasi “taglia” vengono considerati ipocriti ed egoisti. Che posso capire (si fa per dire) un pensiero del genere su uno non “lungimirante” che, con i risparmi, compra la barca anziché investire. Ma a volte per i piccoli non ci sono nemmeno i soldi per “tirare a campare” e, paradossalmente, i dipendenti guadagnano di più (in denaro ma anche psicologicamente).
    Ma è difficile spiegare certi concetti se non li si vive in prima persona :)

  2. Già…ma il peggio è che si fa di tutta l’erba un fascio: alla fine, tutti gli imprenditori di qualsiasi “taglia” vengono considerati ipocriti ed egoisti. Che posso capire (si fa per dire) un pensiero del genere su uno non “lungimirante” che, con i risparmi, compra la barca anziché investire. Ma a volte per i piccoli non ci sono nemmeno i soldi per “tirare a campare” e, paradossalmente, i dipendenti guadagnano di più (in denaro ma anche psicologicamente).
    Ma è difficile spiegare certi concetti se non li si vive in prima persona :)

  3. the power was already chanel charge sorted basically mates on TurboCare corporation. with regard to Chicopee, A maker associated with mills and so electrical related devices the place where Dunn could be advice, And past mates relating to Dunn among sausage and Wilson lawyer web site and those who implement his girlfriend at Comcast, NBC has past utilizing technological know-how to chanel put away share the main olympics in new-fangled means by which during audience, rumoured gary Zenkel, chief executive. NBC olympic games,

Comments are closed.