IWBank a rischio "passo falso"

0 Flares 0 Flares ×

La promozione con cui IWPower, il conto di deposito di IWBank, prometteva di remunerare i depositi al 6% lordo qualora si fosse raggiunta una raccolta di 2 miliardi di Euro entro il 31 gennaio è “sparita” anzitempo dalla home page del sito di IWPower.
IWBank, evidentemente si è accorta che l’obiettivo stava per essere mancato in modo assolutamente clamoroso, con una raccolta raggiunta di meno di 35 milioni di Euro a quasi dieci giorni dalla scadenza.
Questa promozione rischia di rivelarsi un clamoroso autogol in termini di immagine, perché se ci si pone degli obiettivi e li si manca raccogliendo meno di un cinquantesimo di quanto sperato, diventa indispensabile dare delle spiegazioni al mercato ed ai clienti.
Ci sono sicuramente dei fattori che hanno contribuito al fallimento di questa “promozione”, e possiamo facilmente elencarne alcuni:

  • La promozione si è svolta in un momento sfavorevole, per il clima di sfiducia degli investitori (ma è anche vero che si sarebbero potute liberare risorse smobilitate da investimenti più a rischio, azionari o obbligazionari)
  • Il conto di deposito soffre la concorrenza interna degli investimenti a 30/90/180 giorni (in BOT), che non sono conteggiati nella “raccolta” della promozione
  • La raccolta non conteggia i depositi di chi è già cliente, mentre sarebbe stato consigliabile permettere la partecipazione anche a chi aveva già un conto IWBank, almeno per i nuovi versamenti nel periodo della promozione
  • IWBank è nota per l’operatività in borsa, e probabilmente non è un “brand” così noto e riconoscibile per la fascia di mercato interessata a conti di deposito, e quindi è comprensibile che non abbiano fatto “la corsa” per portare i loro soldi a dei semi-sconosciuti
  • La promozione non è stata promossa in modo forte attraverso media “tradizionali”, e quindi il target raggiunto è stato più o meno lo stesso già raggiunto da IWBank, e quindi è composto già da persone che hanno già scelto IWBank, oppure che hanno già scelto di non essere interessati (magari perché preferiscono altre alternative come Fineco, o Conto Arancio). Difficilmente con una promozione di questo tipo queste persone possono essere motivate a spostarsi in massa verso IWPower.
  • A conferma che una raccolta di 2 miliardi di Euro era un obiettivo (molto) ambizioso: Conto Arancio di ING dovrebbe aver raccolto in Italia circa 15 miliardi di Euro, ma nell’arco di 6-7 anni, e con campagne mediatiche di tutt’altro ordine. 2

Insomma, come si vede, si tratta di fattori che erano abbastanza prevedibili anche prima dell’avvio della promozione, e sarebbe quindi importante che IWBank prima o poi facesse qualche dichiarazione ufficiale, per sgombrare il campo dai dubbi che più o meno velatamente circolano, e cioè che si tratti o di un clamoroso (e preoccupante) errore di valutazione o di un’iniziativa che costituiva un mero “specchietto per le allodole”.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]