0 Flares 0 Flares ×

Una piccola nota aggiuntiva sul tema dell’immobiliare, dato che ho appena visto che Mattone Arancio (che segue più o meno l’indice EPRA) ieri (martedì 29) ha quotato 42,18, con un bel +4,10% rispetto alla giornata precedente, che vuol dire un +10,94% rispetto al minimo (38,02) del 21 gennaio, nemmeno dieci giorni fa.

Qualcuno inizia a pensare che sia segno che il settore immobiliare sta riprendendo a tirare, e che adesso inizierà a premere sull’acceleratore come gli anni precedenti. A me però personalmente stupirebbe un po’ se ripartisse subito con i ritmi che aveva nel 2006. Per un motivo semplicissimo, che è quello che evidenziava correttamente Giorgio nel commento al precedente post, È il momento di investire sull’immobile? Non ancora, ma forse manca poco (ah, una piccola nota: quel “manca poco” era un “poco” inteso con i tempi dell’immobiliare…) attualmente, gli immobili hanno raggiunto prezzi che chiunque giudica eccessivi. Almeno nella mia esperienza: se c’è qualcuno che pensa che i prezzi attuali siano equilibrati, lieto di sentire la sua opinione nei commenti.
Si è riusciti ad arrivare ai prezzi a cui si è arrivati perché, oggettivamente, molta gente ha “deciso”, più o meno consapevolmente, di vivere oltre le proprie possibilità. Insomma, almeno per l’edilizia residenziale, mi sembra difficile che i prezzi non siano destinati a scendere.

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

banknosie.comEconomia,immobiliare,prezziUna piccola nota aggiuntiva sul tema dell'immobiliare, dato che ho appena visto che Mattone Arancio (che segue più o meno l'indice EPRA) ieri (martedì 29) ha quotato 42,18, con un bel +4,10% rispetto alla giornata precedente, che vuol dire un +10,94% rispetto al minimo (38,02) del 21 gennaio, nemmeno...Opinioni e commenti su economia e finanza, investimenti e prestiti