0 Flares 0 Flares ×

Continuiamo lo stereoblogging :) . Scusatemi se non aggiorno qui con un po’ di ritardo ma.. capita.

Xelion è la banca specializzata negli investimenti del Gruppo UniCredit. La sua caratteristica è la rete di 1.900 “Personal Financial Adviser” allo scopo di supportare i clienti nelle scelte di investimento. In ottica di investimento, Xelion ha un’offerta multimarca, permettendo di accedere ai prodotti di un gran numero di case di investimento, con varie tipologie di prodotti (tra cui fondi comuni d’investimento, SICAV, polizze vita, titoli di Stato, warrant, covered Warrant). Rispetto alle offerte di cui abbiamo già parlato ha alcune particolarità.

Il primo aspetto che mi sembra peculiare è che il conto prevede profili e rendimenti diversi a seconda che lo si apra tramite un promotore o meno, premiando chi si appoggia ai promotori con un tasso più alto. Un secondo aspetto che caratterizza Unicredit Xelion Banca è che il tasso viene collegato in modo automatico all’Euribor 1 mese(base 365gg), attualmente al 4,170%. Il tasso viene calcolato come Euribor -0,50% (quindi 3,67% lordo) per l’apertura tramite promotore, mentre è Euribor -0,75% (quindi 3,42% lordo) per i conti Direct. Il tutto con capitalizzazione trimestrale.

Oltre a questa differerenziazione, Xelion prevede una duplice tipologia di conti: Saving (che non ha spese di tenuta conto ma non permette di effettuare operazioni) e Banking, che consente tutta l’operatività bancaria normale (bonifici, domiciliazione utenze, f24, ecc.) a un canone forfettario di 4Euro mensili (48 Euro annuali). In entrambi i casi è previsto il bollo di legge (32,50 Euro e 1,25Euro di spese per l’invio dell’estratto conto trimestrale).

I conti Direct Saving e Direct Banking (e credo anche quelli aperti tramite promotore) sono conti particolari anche perché effettuano “selezione all’ingresso“, in altre parole le condizioni economiche precisano che la richiesta di accensione del rapporto è soggetta a valutazione da parte della banca (cosa di per sè comune, che fanno sempre tutte le banche), ponenendo dei requisiti minimi di giacenza (liquidità + strumenti finanziari) di almeno 10.000 Euro. Questo limite minimo non c’è quando il conto viene aperto tramite un promotore, che “referenzia” il cliente.

In sintesi, come da tradizione, una mia personale valutazione. Sicuramente ci sono aspetti interessanti:

  • Tasso di interesse attivo collegato all’Euribor in modo esplicito.
  • Tasso di interesse attivo del 3,42% lordo (o del 3,67% se si apre con un promotore).
  • Possibilità di accedere ad un grande varietà di strumenti di investimento
  • Duplice profilo a seconda che si voglia un “vero” conto di banking oppure uno strumento di investimento

A mio parere però ci sono anche ci sono anche alcuni punti cui fare attenzione:

  • La comunicazione sul sito non è molto chiara, personamente mi pare non chiarisca benissimo l’offerta della banca e “perché” ci si dovrebbe rivolgere ad essa.
  • Per la filosofia stessa della banca, ho l’impressione abbia poco senso pensare di utilizzarla se non si vuole avere il supporto dei suoi promotori finanziari
  • Il limite patrimoniale minimo per l’apertura del rapporto implica che non è una banca “su cui diversificare”, ma si propone come banca di riferimento per la gestione degli investimenti
  • Poiché probabilmente chi si decide di affidarsi a Xelion probabilmente è interessato non solo al tasso di interesse sul conto, ma anche a effettuare investimenti in fondi, sicav, ecc., bisogna verificare le commissioni che vengono applicate sui vari prodotti finanziari, comparandole con le altre banche.

Banche e Risparmio [http://www.banknosie.com]