Italian government bonds: BOT, CTZ, CCT, BTP, BTP€i

Government bond are usually considered “not risky”. In fact, this is not totally true: surely risk that a Government will not pay the debt due is quite low, but remain some risk such as a yield lower than inflation, or foreign-exchange risk (if you are investing in foreign country bonds)

In Italy there are several types of government bonds: BOT, CTZ, CCT, BTP, and BTP€i.

  • BOT – Buoni Ordinari del Tesoro
  • CTZ – Certificati del Tesoro Zero Coupon
  • CCT – Certificati di Credito del Tesoro
  • BTP – Buoni del Tesoro Poliennali
  • BTP€iBuoni del Tesoro Poliennali indicizzati all’inflazione Europea

BOT, CTZ, CCT, BTP, BTP€i have different charactheristics

  • duration
  • investor remunerating
  • indexing to inflation

BOT (Buoni Ordinari del Tesoro), are government bonds with short maturity (3, 6 or 12 months), they are the simplest ones since there are no coupons. Investor yield comes from the difference from the nominal value (that is what the investor will recieve at maturiy) and what the bond is paid by the investor. For example, if we buy at €98 a €100 BOT, we have a €2 yield at maturity.

Very similar to BOT are CTZ (Certificati del Tesoro Zero Coupon): they work in the same way, the main difference is that they have a longer, 24-months, maturity.

CCT (Certificati di Credito del Tesoro) have 7 years matutity, and they provide a semi-annual coupon income, indexed to 6-months BOTs. Yield periodically marked to market makes quite easy to sell the bond before maturity, with low risk.

I BTP (Buoni del Tesoro Poliennali) are medium-long term bonds (3, 5, 10, 15 or 30 years maturity), and they provide a fixed semi-annual coupon. Since it is a medium-long term fixed-rate investment, in case of sale prior to maturity there can be a capital loss or a capital gain.

Very similar to BTP are BTP€i (Buoni del Tesoro Poliennali indexed to European Inflation): they have a 5, 10, or 30 anni duration, and they differ from BTP because both capital and coupons are appreciated multiplying their value by a index based on Eurostat index (that measures inflation in the euro-area).

Summarizing all we said in a table:

Bond

Maturity

Remuneration

BOT

3, 6, 12 months

  • Difference between nominal value and issue price

CTZ

24 mesi

  • Difference between nominal value and issue price

CCT

7 anni

  • Floating semi-annual coupon
  • Difference between nominal value and issue price

BTP

3, 5, 10, 15 e 30 anni

  • Fixed semi-annual coupon
  • Difference between nominal value and issue price

BTP€i

5, 10 e 30 anni

  • Difference between nominal value and issue price
  • semi-annual coupon indexed to inflation
  • capital revaluation indexed to inflation

Italian translation of this post: I Titoli di Stato: BOT, CTZ, CCT, BTP, BTP€i

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

Ricerche Frequenti:

  • italian CCT
  • italian floating rate notes ctz

I Titoli di Stato: BOT, CTZ, CCT, BTP, BTP€i

BOT, CTZ, CCT, BTP, e BTP€i sono Titoli di Stato emessi in Italia dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. I Titoli di Stato sono strumenti finanziari considerati estremamente sicuri. In realtà, contengono inevitabilmente elementi di rischio, che però sono molto minori rispetto agli investimenti azionari o obbligazionari: infatti, il rischio che l’emettitore non sia in grado di saldare il debito alla scadenza sono relativamente bassi. Vi sono comunque rischi collegati all’investimento in Titoli di Stato: innanzi tutto legati al fatto che il rendimento del titolo non “batta” l’inflazione, oppure che il cambio nel tempo diventi sfavorevole (se si parla di titoli di stato esteri).

In Italia sono presenti cinque tipi di titoli di Stato:

  • BOT – Buoni Ordinari del Tesoro
  • CTZ – Certificati del Tesoro Zero Coupon
  • CCT – Certificati di Credito del Tesoro
  • BTP – Buoni del Tesoro Poliennali
  • BTP€iBuoni del Tesoro Poliennali indicizzati all’inflazione Europea

BOT, CTZ, CCT, BTP, BTP€i si contraddistinguono in base ad alcune caratterisitche

  • durata
  • tipo di remunerazine per l’investitore
  • eventuale indicizzazione all’inflazione

I BOT (Buoni Ordinari del Tesoro), sono Titoli di Stato a breve scadenza (3, 6 o 12 mesi), dove non è prevista alcuna cedola intermedia: il guadagno per l’investitore deriva unicamente dallo scarto di emissione – la differenza tra il prezzo d’acquisto e quello che lo Stato si impegna a pagare alla scadenza. Con un esempio, compro a 98 un BOT di 100: alla scadenza ho guadagnato 2.

Molto simili ai BOT sono i CTZ (Certificati del Tesoro Zero Coupon): il meccanismo di remunerazione è infatti esattamente lo stesso (basato sullo scarto di emissione), e differiscono dai BOT solamente per la durata, che per i CTZ è di 2 anni.

I CCT (Certificati di Credito del Tesoro) hanno una durata di 7 anni, e si caratterizzano perché oltre allo scarto di emissione, e al contrario di BOT e CCT “staccano” semestralmente delle cedole il cui valore è indicizzato al rendimento dei BOT (l’indicizzazione è calcolata attualmente sulla base del rendimento dei BOT semestrali più lo 0,15%).

I BTP (Buoni del Tesoro Poliennali) invece hanno attualmente durata di 3, 5, 10, 15 o 30 anni, e prevedono anch’essi una cedola. Al contrario dei CCT, però, i BTP prevedono cedole fisse.

Molto simili ai BTP sono i BTP€i (Buoni del Tesoro Poliennali indicizzati all’inflazione Europea): hanno durata di 5, 10, o 30 anni e differiscono dai BTP per il fatto che sia capitale che cedole vengono rivalutate moltiplicandone il valore per un “coefficiente di indicizzazione” basato sull’indice Eurostat, che misura l’inflazione nei Paesi dell’area Euro.

Riepilogando il tutto in una tabellina sintetica:

Titolo

Durata

Remunerazione

BOT

3, 6 e 12 mesi

  • Scarto d’emissione

CTZ

24 mesi

  • Scarto d’emissione

CCT

7 anni

  • Cedole variabili semestrali
  • scarto d’emissione

BTP

3, 5, 10, 15 e 30 anni

  • Cedole fisse semestrali
  • scarto d’emissione

BTP€i

5, 10 e 30 anni

  • Cedole “reali” (indicizzate all’inflazione) semestrali
  • scarto d’emissione
  • rivalutazione del capitale

When should you buy?

A couple of days ago, a friend of mine told me he wanted to buy some Alitalia shares, because “they couldn’t go lower than this“. I hope he didn’t buy anything, since after this Alitalia shares went down nearly 8%. I think his experience gives us a hint to talk about “when you should buy shares on the stock market“.

One of the biggest mistake that one can make is in evaluating if a share is at a good price (and therefore it’s a good deal to buy) or it isn’t. Stock quote is surely one of the elements you should consider, but it’s far to be the only one: to think that a security can be convenient only because it’s price is lower than before, can be plain financial suicide.The most important element it’s the growth outlook, i.e. if my investment is likely to increase its value, and if this possible increase is adequate to the risk.

What we are saying is very clear if you consider the shares for what they are – property shares, which when you buy them, you buy a little part of the company you’re investing in. Would you really buy a company on the edge of bankruptcy, because “the company has already lost a lot of money”? I bet not.

Rather, it would be different if the question was “Look, there’s this company that now is in difficulties, but we have this and that idea, so it will make huge profits in future. Do you want to buy it?“. But if you think a little, in this case the important part is “huge profits in future”, more than “now is in difficulties”.

One other thing that newbies in the stock market sometimes seems to forget when monitoring stock quotes, it that you need to consider price variations in percentage terms. If a stock that yesterday was quoted 100, today is quoted 10, this in no way reduces risk: if you buy and tomorrow quotation is 9, you lose 10% of what you invested, surely not the 1% one may think looking at yesterday price. This is quite a trivial remark, but it happens more often than one think that people do calcluation taking wrong references.

Italian translation of this post: Quando si compra?

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

Quando si compra?

Un paio di giorni fa, un mio amico (in questo post ne cambierò il nome in Enrico, per rispetto della privacy) mi ha mandato un messaggio in cui sosteneva che secondo lui bisognava correre a comperare azioni Alitalia, dato che “più di così non possono scendere“.

Premesso spero che Enrico non abbia comprato niente, dato che nei giorni dopo il suo SMS Alitalia ha perso un buon 7-8%, è uno spunto per una piccola riflessione sul “quando è il momento di comprare“.

Infatti, uno dei più grandi errori che si possono fare è proprio nella valutazione del momento in cui comprare (azioni, obbligazioni, fondi, patate, mandarini… quel che volete, insomma). Ovviamente, l’acquisto uno vorrebbe farlo quando ciò che vuole comprare è “conveniente”. Ma altrettanto ovviamente, il prezzo è soltanto uno dei fattori che vanno considerati. Non è però l’unico. Nel caso di un’investimento, quello che conta di più sono sicuramente le prospettive di crescita, cioè se posso avere un aumento del valore del mio investimento (tra l’altro adeguato al rischio).

Il è abbastanza intuitivo soprattutto se si considerano le azioni per quello che sono, cioè la “proprietà dell’azienda”. Davvero qualcuno di voi, se gli vendessero un’azienda che è sull’orlo del fallimento, la comprerebbe di corsa perché “l’azienda ha già perso un sacco di soldi”? (ancor più assumendo che non è possibile influenzarne la gestione, dato che un piccolo azionista ha ben poco potere nei confronti del management).

Il discorso corretto al limite potrebbe essere “Guarda, c’è questa azienda che adesso è un po’ in difficoltà, ma abbiamo questa e quest’altra idea, per cui guadagnerà un sacco di soldi in futuro. Vuoi comprarla?“. E credo che a pensarci un minimo ci si rende conto che la parte importante del discorso non è “adesso è un po’ in difficoltà“, ma piuttosto “guadagnerà un sacco di soldi“.

Un ulteriore aspetto da non trascurare, ma che più di qualcuno ogni tanto dimentica, è che quello che conta è sempre e comunque la variazione percentuale di prezzo, dato che è quella che esprime il mio potenziale guadagno o perdita. Se un’azione che ieri valeva 100 perde valore e oggi vale 10, i miei conti li devo fare con il prezzo di oggi. E se compro ed il prezzo domani arriva a 9, ho perso il 10%, sicuramente non l’1% che qualcuno potrebbe considerare confrontando a 100, prezzo di ieri. Ripeto: è un concetto abbastanza banale, ma credo sia opportuno ricordarlo, dato che molto più spesso di quello che ci si aspetterebbe succede che qualcuno faccia i conti utilizzando come riferimento valori in realtà totalmente arbitrari.

Banche e Risparmio [http://www.banknosie.com]

Conto Arancio: bank account coming?

Another unofficial rumor from ING Direct. Several client seems to have been contacted from the bank, to evaluate their interest to a “Conto Arancio” bank account (by now, as you may know, there is only a saving account).

From little information that leaks out, it seems that ING is considering offering a zero interest rate bank account, no costs (except taxes), that would allow immediate deposit and withdrawals to and from the saving account. This is hardly revolutionary, since this is exactly how IWBank and IWPower work. Anyway, in my opinion it would be an interesting move, not only because customer would benefit from an higher competition between banks, but also because ING Direct usually gives a big advertising and communication boost to what it does. Therefore, it could give a strong contribution to spread the whole online banking world.

I think that a “Conto Arancio” bank account would not impact that much on already-existent online banks (IWBank, Fineco, etc.), since their customers may be more interested in stock trading, mutual funds or ETF, while ING is likely to set for who doesn’t already have an online bank account. In my opinion, this could be advantageous for everybody: in fact, maybe if ING didn’t start a few years ago to offer an online saving account, maybe today we wouldn’t even have Santander Consumer Bank, or Webank, or Websella offers.

The real launch of an online bank account from ING surely depends from the result of this market research, but is worth noticing that ING already has a similar product in other countries, like Spain.

There are some rumors also on a possible promotion for this “Conto Arancio” bank account: 2% of domiciled bill or 1% of credit card payments would be credited as “bonus interests”. Also this promotion is already running in Spain.

In the end, it will probabily take some time to see this online bank account on the market: by now ING seems to be in a preleminary market study step, and it’s very difficult that it will be offered before 2008. Anyway when (and if) “Conto Corrente Arancio” will be on the market, there will probably be a naming problem, since it will be important for the new product name to avoid confusion with the saving account.

Italian translation of this post: Arriva Conto Corrente Arancio?

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

Arriva Conto Corrente Arancio?

Altra anteprima “non ufficiale” dal mondo della “zucca”. Diversi clienti sono stati contattati dalla banca olandese ha lanciato uno studio di mercato per valutare l’interesse dei clienti ad un potenziale Conto Corrente Arancio.

Da quel poco che trapela (tramite clienti di ING che hanno partecipato alla ricerca di mercato), sembra che l’idea che stanno valutando sia quella di offrire un conto a tasso 0, senza spese (eccetto il bollo di legge), banca multifunzione gratuita, e che consenta versamenti e prelievi immediati verso il Conto Arancio collegato.

Inutile dire che di per sé non è nulla di rivoluzionario, dato che è così che già funziona IWBank e IWPower.

E’ interessante però lo fa ING, dato che è solita mettere nelle sue azioni una notevole spinta di marketing. Potrebbe alla fine contribuire a diffondere il banking online mettendo sotto pressione anche le altre banche, online ma soprattutto tradizionali: personalmente non credo che “conto corrente arancio” sia destinato a togliere grosse quote di mercato alle banche online già presenti sul mercato (IWBank, Fineco, ecc.), che probabilmente sono utilizzate da clienti più interessati a trading di azioni, ETF e fondi, mentre probabilmente il Conto Corrente Arancio punterà più su chi (magari già cliente di Conto Arancio) usa una banca “tradizionale”. La cosa credo possa essere positiva, comunque, non solo per i clienti di ING: infatti se non avesse iniziato Conto Arancio qualche anno fa, oggi forse non avremo promozioni come quelle che stanno portando avanti Santander, We@Bank o Websella. Chissà che non capiti lo stesso con i conti correnti.

Il lancio effettivo di questo conto corrente arancio è sicuramente condizionato dal fatto che ING sia soddisfatta dell’interesse riscontrato nel corso dello studio di mercato, ma credo si possa considerare abbastanza probabile dato che in realtà è già da un po’ che offre questo servizio in Spagna.

Trapela anche qualcosa riguardo la possibile promozione (anche questa già applicata in Spagna) che probabilmente sarà utililizzata per incentivare il passaggio a Conto Corrente Arancio:> il 2% delle utenze domiciliate o l’1% delle spese fatte con carta di credito verrebbero accreditati come interessi “bonus” (in pratica ING “restituirebbe” la quota di quelle spese).

In ogni caso non sono probabilmente brevissimi: come detto, la fase attuale è quella di studio di mercato, per cui si puà ipotizzare che in caso se ne parlerà “veramente” nel 2008. Probabilmente si porrà anche un problema di marketing, per dare un nome commerciale a “Conto Corrente Arancio”: se non sbaglio, in Spagna infatti si chiama Conto Arancio, mentre il Conto Arancio italiano in Spagna si chiama Deposito Arancio. Improbabile che ING decida di cambiare nome al suo prodotto di punta, ma si pone il problema di trovare un nome che renda riconoscibile il servizio e non causi confusione.

Banche e Risparmio [http://www.banknosie.com]

Offerta delle banche: tabella aggiornata

In questa pagina trovate una sintesi di alcune offerte dei conti correnti e conti di deposito online, aggiornata all’ 8 marzo 2009. La tabella sintetizza le caratteristiche principali dei conti delle principali banche online, o “ibride” che offrono rendimenti “interessanti” e cioè superiori alla media del mercato. Sono state incluse tre tipologie di conti/investimenti: i conti correnti, i conti di deposito (cioè quei conti in cui si può solo depositare il denaro e non è possibile fare operazioni diverse dal trasferimento da e verso il conto corrente predefinito), e i Pronti Contro Termine.

La tabella non pretende in ogni caso di essere completa e potrebbe contenere alcuni errori: vi invitiamo in ogni caso a segnalarci eventuali correzioni o aggiunte da fare.

CONTI DI DEPOSTO

Banca IFIS
Rendimax
www.rendimax.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 3,530 %
Tasso Lordo: 4,750%

Capitalizzazione 3 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

Santander Consumer Bank
Conto di Deposito
www.santanderconsumer.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,589 %
Tasso Lordo: 3,500%

Capitalizzazione 3 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 0 €

Sparkasse
Conto Extra
www.sparkasseitalia.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,227 %
Tasso Lordo: 3,050%

PROMOZIONE:
Tasso lordo: 4,300%
Tasso netto: 3,139%
Tasso applicato per 6 mesi
Massimo: 100.000 euro

Capitalizzazione 12 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

CheBanca
Conto Deposito
www.chebanca.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,898 %
Tasso Lordo: 2,600%

Capitalizzazione 12 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

ING Direct
Conto Arancio
www.ingdirect.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,825 %
Tasso Lordo: 2,500%

PROMOZIONE:
Tasso lordo: 4,250%
Tasso netto: 3,103%
Tasso applicato per 6 mesi

Capitalizzazione 12 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

Promozione per i nuovi clienti, con un tasso maggiorato applicato nei primi sei mesi di apertura del conto

Carige
Conto Conto
www.contoconto.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,471 %
Tasso Lordo: 2,000%

PROMOZIONE:
Tasso lordo: 4,500%
Tasso netto: 3,285%
Tasso applicato per 6 mesi

Capitalizzazione 3 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

IW Bank
IW Power
www.iwbank.it
www.iwpower.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,103 %
Tasso Lordo: 1,500%

Capitalizzazione 1 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

B@nca27-7
Conto di Deposito
www.banca247.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 0,000 %
Tasso Lordo: 0,000%

Capitalizzazione 12 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 100 €

PCT (PRONTI CONTRO TERMINE) E CONTI A CAPITALE VINCOLATO

CheBanca
Conto Deposito vincolato 12 mesi
www.chebanca.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,993 %
Tasso Lordo: 4,100%

Capitale vincolato per 12 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

Santander Consumer Bank
Time Deposit (12 mesi)
www.santanderconsumer.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,920 %
Tasso Lordo: 4,000%

Capitale vincolato per 12 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 0 €

Santander Consumer Bank
Time Deposit (6 mesi)
www.santanderconsumer.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,763 %
Tasso Lordo: 3,750%

Capitale vincolato per 6 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 0 €

CheBanca
Conto Deposito vincolato 6 mesi
www.chebanca.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,577 %
Tasso Lordo: 3,500%

Capitale vincolato per 6 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

CheBanca
Conto Deposito vincolato 3 mesi
www.chebanca.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,289 %
Tasso Lordo: 3,100%

Capitale vincolato per 3 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

ING Direct
Conto Arancio+ (6 mesi, da 100.000 Euro)
www.ingdirect.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,281 %
Tasso Lordo: 3,100%

Capitale vincolato per 6 mesi
Deoposito minimo 100.000 Euro
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

Fineco
SuperSave (oltre 50.000 Euro)
www.fineco.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,661 %
Tasso Lordo: 3,000%

Capitale vincolato per 1 mesi
Deoposito minimo 50.000 Euro
Ritenuta fiscale: 12.5%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

Non è possibile interrompere l’investimento prima della data di scadenza;1 mese è la durata minima, sono previste anche durate di 3, 6 e 12 mesi (con gli stessi tassi)

ING Direct
Conto Arancio+ (3 mesi, da 100.000 Euro)
www.ingdirect.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,215 %
Tasso Lordo: 3,000%

Capitale vincolato per 3 mesi
Deoposito minimo 100.000 Euro
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

ING Direct
Conto Arancio+ (6 mesi, da 50.000 Euro)
www.ingdirect.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,132 %
Tasso Lordo: 2,900%

Capitale vincolato per 6 mesi
Deoposito minimo 50.000 Euro
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

Fineco
SuperSave (fino a 50.000 Euro)
www.fineco.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,482 %
Tasso Lordo: 2,800%

Capitale vincolato per 1 mesi
Ritenuta fiscale: 12.5%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

Non è possibile interrompere l’investimento prima della data di scadenza;1 mese è la durata minima, sono previste anche durate di 3, 6 e 12 mesi (con gli stessi tassi)

ING Direct
Conto Arancio+ (3 mesi, da 50.000 Euro)
www.ingdirect.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,066 %
Tasso Lordo: 2,800%

Capitale vincolato per 3 mesi
Deoposito minimo 50.000 Euro
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

ING Direct
Conto Arancio+ (6 mesi, da 5.000 Euro)
www.ingdirect.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 2,058 %
Tasso Lordo: 2,800%

Capitale vincolato per 6 mesi
Deoposito minimo 5.000 Euro
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

ING Direct
Conto Arancio+ (3 mesi, da 5.000 Euro)
www.ingdirect.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,991 %
Tasso Lordo: 2,700%

Capitale vincolato per 3 mesi
Deoposito minimo 5.000 Euro
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

Promozione per i nuovi clienti, con un tasso maggiorato applicato nei primi sei mesi di apertura del conto

IW Bank
IW Power 180 Turbo
www.iwbank.it
www.iwpower.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,801 %
Tasso Lordo: 2,048%

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Il tasso dichiarato è quello netto, pari a 1,800%
Capitale vincolato per 6 mesi
Ritenuta fiscale: 12.5%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

IW Bank
IW Power 90 Turbo
www.iwbank.it
www.iwpower.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,551 %
Tasso Lordo: 1,761%

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Il tasso dichiarato è quello netto, pari a 1,550%
Capitale vincolato per 3 mesi
Ritenuta fiscale: 12.5%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

IW Bank
IW Power 30 Turbo
www.iwbank.it
www.iwpower.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,251 %
Tasso Lordo: 1,420%

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Il tasso dichiarato è quello netto, pari a 1,250%
Capitale vincolato per 1 mesi
Ritenuta fiscale: 12.5%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

Fineco
SuperSave in Dollari (oltre 50.000 dollari)
www.fineco.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,056 %
Tasso Lordo: 1,200%

Capitale vincolato per 1 mesi
Deoposito minimo 39.585 Euro
Ritenuta fiscale: 12.5%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 0 €

Non è possibile interrompere l’investimento prima della data di scadenza;1 mese è la durata minima, sono previste anche durate di 3, 6 e 12 mesi (con gli stessi tassi)

IW Bank
IW Power 180
www.iwbank.it
www.iwpower.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,050 %
Tasso Lordo: 1,197%

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Il tasso dichiarato è quello netto, pari a 1,050%
Capitale vincolato per 6 mesi
Ritenuta fiscale: 12.5%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

Fineco
SuperSave in Dollari (fino a 50.000 dollari)
www.fineco.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 0,967 %
Tasso Lordo: 1,100%

Capitale vincolato per 1 mesi
Ritenuta fiscale: 12.5%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 0 €

Non è possibile interrompere l’investimento prima della data di scadenza;1 mese è la durata minima, sono previste anche durate di 3, 6 e 12 mesi (con gli stessi tassi)

IW Bank
IW Power 90
www.iwbank.it
www.iwpower.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 0,900 %
Tasso Lordo: 1,025%

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Il tasso dichiarato è quello netto, pari a 0,900%
Capitale vincolato per 3 mesi
Ritenuta fiscale: 12.5%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

IW Bank
IW Power 30
www.iwbank.it
www.iwpower.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 0,800 %
Tasso Lordo: 0,911%

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Il tasso dichiarato è quello netto, pari a 0,800%
Capitale vincolato per 1 mesi
Ritenuta fiscale: 12.5%

IMPOSTA DI BOLLO: 0 €
CANONE: 0 €

CONTI CORRENTI ONLINE

Webank
Conto @me
www.webank.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,397 %
Tasso Lordo: 1,900%

PROMOZIONE:
Tasso lordo: 5,000%
Tasso netto: 3,650%
Tasso applicato fino al 30/06/2009 mesi
Massimo: 30.000 euro

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Se si rispettano i requisiti (vedi note) il tasso applicato è aumentato a 2,250%
Capitalizzazione 3 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 0 €

Tasso attivo definito come BCE-0,10% (oppure BCE+0,25%) Per ottenere il tasso maggiorato è necessario effettuare 18 eseguiti di borsa nel trimestre

Webank
Conto @me (forfait)
www.webank.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,397 %
Tasso Lordo: 1,900%

PROMOZIONE:
Tasso lordo: 5,000%
Tasso netto: 3,650%
Tasso applicato fino al 30/06/2009 mesi
Massimo: 30.000 euro

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Se si rispettano i requisiti (vedi note) il tasso applicato è aumentato a 2,250%
Capitalizzazione 3 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 18 €

Tasso attivo definito come BCE-0,10% (oppure BCE+0,25%) Per ottenere il tasso maggiorato è necessario effettuare 18 eseguiti di borsa nel trimestre

Banca Sara
Conto Iridio
www.bancasararetail.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,381 %
Tasso Lordo: 1,892%

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Il tasso applicato è calcolato in base al tasso Euribor
Capitalizzazione 12 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 0 €

Interesse attivo calcolato come Euribor – 1% – Euribor a tre mesi su base annua (360 gg.) fissata l’ultimo giorno lavorativo di marzo, giugno, settembre e dicembre di ogni anno e valido per il trimestre successivo.

Banca Sara
Conto Iridio Top
www.bancasararetail.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,381 %
Tasso Lordo: 1,892%

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Il tasso applicato è calcolato in base al tasso Euribor
Capitalizzazione 12 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 72 €

Interesse attivo calcolato come Euribor – 1% – Euribor a tre mesi su base annua (360 gg.) fissata l’ultimo giorno lavorativo di marzo, giugno, settembre e dicembre di ogni anno e valido per il trimestre successivo.

Websella
Websella
www.websella.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 1,286 %
Tasso Lordo: 1,750%

PROMOZIONE:
Tasso lordo: 4,500%
Tasso netto: 3,285%
Tasso applicato per 6 mesi
Massimo: 20.000 euro

Capitalizzazione 3 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 0 €

Onere per passaggio a debito: 40 Euro (quando il conto diventa negativo, applicato al massimo una volta a trimestre)

Fineco
Conto Corrente
www.fineco.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 0,917 %
Tasso Lordo: 1,250%

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
fino a 2.000 euro: 0,250% lordo
oltre 2.001 euro: 1,250% lordo

Capitalizzazione 3 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 71.4 €

Il canone può essere ridotto in caso di accredito stipendio, possesso di risparmio gestito, ecc. fino ad azzerarlo

Barclays
Conto Barlcays Now
www.barclays.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 0,733 %
Tasso Lordo: 1,000%

PROMOZIONE:
Tasso lordo: 4,250%
Tasso netto: 3,103%
Tasso applicato per 6 mesi
Massimo: 20.000 euro

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Il tasso applicato è calcolato in base al tasso Euribor
Capitalizzazione 3 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 108 €

Il tasso attivo è calcolato sulla base dell’Euribor a 1 mese, come media del valore dell’indice nel mese precedente – 0,50%

Barclays
Conto Barlcays Opportunità
www.barclays.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 0,733 %
Tasso Lordo: 1,000%

PROMOZIONE:
Tasso lordo: 6,000%
Tasso netto: 4,380%
Tasso applicato per 12 mesi
Massimo: 10.000 euro

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
Il tasso applicato è calcolato in base al tasso Euribor
Capitalizzazione 3 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 68.4 €
CANONE: 132 €

Il tasso attivo è calcolato sulla base dell’Euribor a 1 mese, come media del valore dell’indice nel mese precedente – 0,50% Il canone può essere ridotto se si è in possesso di altri prodotti della banca (fondi, assicurazioni, mutui
, prestiti)

Banca Mediolanum
Linea Incentivo – Conto Free
www.bancamediolanum.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 0,000 %
Tasso Lordo: 0,000%

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
fino a 3.000 euro: 0,000% lordo
fino a 25.000 euro: 0,000% lordo
fino a 50.000 euro: 0,000% lordo
fino a 150.000 euro: 0,086% lordo
fino a 1.000.000 euro: 0,586% lordo
oltre 1.000.001 euro: 1,586% lordo

Capitalizzazione 12 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 120 €

INTERESSI PASSIVI:

Banca Mediolanum
Linea Incentivo – Conto Free (unito ad altri prodotti della banca)
www.bancamediolanum.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 0,000 %
Tasso Lordo: 0,000%

DETTAGLIO TASSI APPLICATI
fino a 3.000 euro: 0,000% lordo
fino a 25.000 euro: 0,000% lordo
fino a 50.000 euro: 0,000% lordo
fino a 75.000 euro: 0,086% lordo
fino a 150.000 euro: 0,586% lordo
fino a 1.000.000 euro: 1,086% lordo
oltre 1.000.001 euro: 1,586% lordo

Capitalizzazione 12 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 120 €

Il primo anno la carta bancoamat è gratuita, dal secondo in poi è previsto un canone di 10 euro. Il tasso creditore è calcolato sulla base della rilevazione dell’Euribor effettuata l’ultimo giorno lavorativo precedente il trimestre solare di riferimento e si applica per il trimestre successivo. Il tasso attivo potrà cambiare durante il trimestre di applicazione, qualora la quotazione giornaliera dell’Euribor dovesse subire una variazione pari o superiore a mezzo punto

CheBanca
Conto Corrente
www.chebanca.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 0,000 %
Tasso Lordo: 0,000%

Capitalizzazione 3 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 12 €

Solo il primo libretto di assegni all’anno è gratuito: dal secondo sono previsti 5,25€ di spese postali

IW Bank
IW Bank
www.iwbank.it

Ultimo aggiornamento: 08/03/2009

Tasso netto 0,000 %
Tasso Lordo: 0,000%

Capitalizzazione 6 mesi
Ritenuta fiscale: 27%

IMPOSTA DI BOLLO: 34.2 €
CANONE: 0 €

Spese versamento contante o assegni: 2,5 Euro presso sportelli UBI, 1 Euro presso sportelli Poste

NOTE

[1] Tasso BCE MRO: è il tasso della Banca Centrale Europea per le “operazioni di rifinzanziamento principali”. Al 8 marzo 2009 è 1,50%

[2] Qui potete trovare un grafico dell’anamento storico del tasso Euribor (Euribor è un marchio registrato di Euribor FBE)

[3] Conto Arancio + e Santander Time Deposit li abbiamo inseriti nella categoria dei Pronti Contro Termine, anche se un po’ impropriamente, perché riteniamo che sia la categoria con cui vanno confrontati in quanto richiedono di vincolare il capitale.

Per chiudere un avvertimento, un disclaimer, se volete: per quanto abbia cercato di inserire dati aggiornati e corretti, possono esserci comunque errori, omissioni e imprecisioni (se per caso ne notate qualcuno, segnalatemelo pure). Quindi verificate sempre sui documenti ufficiali delle banche: pensate con la vostra testa, insomma. Come già detto, eventuali segnalazioni, integrazioni e correzioni sono ben gradite.

Una tabella è una tabella, quindi la sintesi la fa da padrona, e viene dato spazio solo agli aspetti numerici. Non dimenticatevi però che i dati che leggete sono solo una piccola parte delle cose che dovreste considerare, e la cosa importante in realtà è trovare un’offerta adeguata alle vostre esigenze (volete accedere a fondi di investimento? vi serve fare pagamenti anche tramite bollettino postale? Avete già un altro conto e volete semplicemente investire alcuni soldi in modo sicuro? E tante altre domande che dovreste farvi). Insomma, formatevi una vostra opinione indipendente che non sia basata unicamente (o principalmente) su quanto leggete in questo blog.

Banche e Risparmio [http://www.banknosie.com]

Review: Banca Mediolanum

Today we will talk of Banca Mediolanum’s Conto Free, a bank account that rewards clients in accordance with the assets they entrust to the bank.

In simple words, the higher average deposit is, the more costs decrease. It’s easy to say that this policy aims also at driving away clients with small deposits: accounts that have a average deposit under €1,500, the annual management fee is €120. On the contrary, if the average deposit is at least €3,500, the annual fee is zero.

The same kind of policy applies to interest rates: on first €3,500 deposited, the rate is zero. Interest rates (based on the Euribor rate) are calculated only on sums beyond this limit, and they depend on the total deposit of the client:

  • up to €35,000: Euribor (3 months/360) – 3.0% (=1,175%)
  • €25,000 – €50,000: Euribor – 2,5% (=1,675%)
  • €50,000-€150,000: Euribor – 2,0% (=2.175%)
  • €75,000-€150,000(*): Euribor – 1,5% (=2.675%)
  • over €150,000: Euribor – 1,5% (=2.675%)
  • over €150,000(*): Euribor – 1,0% (=3.175%)

(*) if the customer has two “service lines” (mutual fund/life insurance)

Looking at the expenses, there are up to 36 free ATM withdrawal (from any ATM) in the calendar year: beyond this limit withdrawals cost €1,03 each. Cash and cheques deposit if free in Banca Mediolanum branches (and some other banks with which there is an agreement).

In my opinion, Banca Mediolanum’s Conto Free show some interesting ideas:

  • interest rate link with Euribor rate (in this specific case maybe it is not fantastic, but it is indeed a clear and transparent mechanism).
  • interest rate that grows with deposit (I see it as a way to reward regular clients, that I always consider a good thing)

On the other side, I think that deposit levels are set quite higher for common savers, and make me suspect that it is more a marketing trick (since it is advertised the 3,175% rate, specifing that you need to deposit €150,000 and have two service lines only in small prints), rather than a real will to offer real benefits to the client. Maybe I’m wrong, but I don’t think there are so many people who deposit more than €150,000, at least not on a single bank.

Another negative element is in my opinion the ultra-high management fee in case of small deposits. Surely it is an enter barrier, but it also prevents to try Banca Mediolanum services with a small sum.

Italian translation of this post: Banca Mediolanum – Conto Free

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

Banca Mediolanum – Conto Free

Continuiamo la rassegna delle offerte delle banche online: in questo post parliamo del Conto Free di Banca Mediolanum. Si tratta di un prodotto della linea “Incentivo”, e premia i clienti in base al patrimonio che affidano alla banca.

In altre parole i costi decrescono all’aumentare della giacenza media annua, mentre il tasso di interesse aumenta. Fin troppo facile che l’aumento dei costi è finalizzato ad allontanare i clienti che effettuano depositi minimi, con un canone che arriva a 120 Euro/anno per chi ha una giacenza inferiore a 1.500 Euro. All’aumentare della giacenza passando per alcuni scalini intermedi (da 80 40 Euro), il canone diventa zero per una giacenza media annua di almeno 3.500 Euro, cifra non impossibile.

Per quanto riguarda invece il tasso di interesse, sui primi 3.500 Euro è pari a zero. Sulla cifra oltre 3.500 Euro il tasso applicato dipende dalla patrimonialità complessiva del cliente, ed è collegato all’Euribor. Lo schema di applicazione è il seguente:

  • Fino a 25.000: Euribor 3 mesi – 3,0% (=1,175% lordo)
  • Tra 25.000 e 50.000: Euribor 3 mesi – 2,5% (=1,675% lordo)
  • Tra 50.000 e 150.000: Euribor 3 mesi – 2,0% (=2,175% lordo)
  • Tra 75.000 e 150.000(*): Euribor 3 mesi – 1,5% (=2,675% lordo)
  • Oltre 150.000: Euribor 3 mesi – 1,5% (=2,675% lordo)
  • Oltre 150.000(*): Euribor 3 mesi – 1,0% (=3,175% lordo)

(*) se il cliente ha due linee di servizi (Linea prodotti Banca/Fondi Comuni d’Investimento + Linee prodotti Vita)

Per quanto riguarda le spese, il conto prevede la possibilità di effettuare 36 prelievi bancomat gratuiti (presso tutti gli sportelli) nell’anno solare (quelli successivi costano 1,03Euro l’uno), e la possibilità di prelevare e versare contanti ed assegni presso gli sportelli convenzionati a Banca Mediolanum.

La mia impressione è che il Conto Free di Banca Mediolanum ha alcune idee interessanti: il collegamento con l’Euribor (ok, se scende non è così entuasiasmante… però sono ragionevolmente sicuro che tutte le banche diminuirebbero comunque immediatamente i tassi, quando scende: almeno così si ha un po’ di trasparenza e la sicurezza che il meccanismo si applica anche in positivo), e l’idea che il tasso aumenta all’aumentare della giacenza. Se volete, può essere visto come un modo per premiare i “clienti affezionati”, cosa che mi pare sempre positiva. Un altro modo di vederla è che il conto si “trasforma” automaticamente in un conto di deposito in base alla giacenza – cosa per certi versi logica dato che all’aumentare della giacenza la percentuale della stessa che viene usata in modo “corrente” è minore (in altre parole, una grossa parte dei soldi rimangono “fermi”).

L’aspetto negativo è ovviamente la taratura dei livelli delle giacenze, che dal mio punto di vista è fissata eccessivamente in alto, e sinceramente mi fa un po’ pensare più ad una promessa di marketing per pubblicizzare un tasso del 3,175% (dove poi nelle righe piccole si spiega che è solo se si hanno 150.000 Euro e due linee di servizi) piuttosto che una reale volontà di offrire concreti vantaggi alla clientela. Magari mi sbaglio, ma dubito che saranno molti i clienti in grado di raggiungere i requisiti massimi (se non altro perché se uno ha 150.000 Euro o più è verosimile li suddivida tra più banche, o in investimenti alternativi). Un altro aspetto negativo è anche il super-canone applicato in caso di giacenza limitata, che costituisce una vera barriera all’ingresso, ma impedisce anche di “provare” i servizi di Banca Mediolanum con una piccola parte dei propri soldi.

Banche e Risparmio [http://www.banknosie.com]

ING Direct is introducing "Bilancio Arancio"?

ING Direct is adding a new investment fund to Investimenti Arancio family. By now, the fund family is composed by Dividendo Arancio (high-dividend distributing companies), Mattone Arancio (shares of companies operating in the real estate sector), Euro Arancio (European bonds), Convertibile Arancio (convertible bonds),

There is no official announce yet, but a new fund named “ING Direct Bilancio Arancio” is appeared on Ing.Lu and CCLUX webistes, showing the new fund has started to be quotaded, with the usual (for the “Arancio” family) 50€ stock-exchange placing price. If Bilancio Arancio will follow the same process as the other funds, it should take about a month before it will be presented on ING Direct italian website.

By now, there are no information on what kind of fund Bilancio Arancio is, and we can only do some conjectures based on the name (that translated means “Orange Balance” – with “orange” being the fund family brand identifier). So it could be a balanced fund (or hybrid fund — a mutual fund that buys a combination of common stock, preferred stock, bonds, and short-term bonds): but one may think that considering the target investor ING maybe would name such a fund “Balanced” (“bilanciato”), not “Balance” (“bilancio”). So it could also be a fund that performs a stock-picking based on some balance indicator.

The only thing for sure is that the fund provides dividend distribution, as all other funds in the Investimenti Arancio family.

Italian translation of this post: ING Direct Bilancio Arancio

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

ING Direct Bilancio Arancio

A quanto pare, ING Direct aggiunge un nuovo comparto agli “Investimenti Arancio”, ad oggi composti da Dividendo Arancio (azioni ad alto dividendo), Mattone Arancio (azioni settore immobiliare), Euro Arancio (obbligazionari Europa), Convertibile Arancio (obbligazioni convertibili).

Non c’è un annuncio ufficiale, però ieri è “apparso” su CCLUX, oltre che sul sito di Ing.lu. un nuovo comparto, “ING Direct Bilancio Arancio
, appunto, con la oramai “classica” quotazione di collocamento a 50,00 Euro. Non è ancora possibile acquistarlo, e probabilmente ci vorrà circa un mesetto prima che sia pubblicizzato sul sito di ING Direct, se segue la stessa “trafila” degli altri fondi.

In questo momento non ci sono ancora informazioni sul tipo di fondo, possiamo fare qualche ipotesi solo in base al nome. Qualcuno “sospetta” sia un fondo bilanciato, ma credo (pensando al target di utenza di ING Direct) che in tal caso lo avrebbero chiamato “Bilanciato Arancio”. “Bilancio Arancio” fa pensare – soprattutto nella mente del pubblico di ING – a qualcosa legato al bilancio, per cui potrebbe anche essere un fondo azionario in cui lo stock picking viene fatto in base a qualche indice di bilancio.

Quello che è certo, è che si tratta di un fondo che prevede la distribuzione dei dividendi/cedole (è segnato come classe “P Dis”).


Banche e Risparmio [http://www.banknosie.com]

Review: Unicredit Xelion Banca

Xelion Banca is the investment-specialized bank of Unicredit Group (one of the biggest banking group in Italy and in Europe). Xelion’s peculiarity is a network of 1,900 “personal financial advisor”, to support clients in investments. Xelion has a multi-brand financial products offer, not limited to Unicredit Group ones, and allows to invest in a wide variety of securities: bond, mutual funds, SICAV, warrants, covered warrants, pension funds. As a consequence of this approach, Xelion is quite different from bank and saving account of which we already talked (such as ING Direct Conto Arancio, Santander Consumer Bank saving account, IWBank, Fineco, Webank). The main peculiarity is that there are different account profiles (even with different interest rates) depending on if you open the account through a financial advisor or by yourself (“direct” account): in the first case the interest rate is higher – quite opposite to the online banks strategy, but Xelion seem to be more interested in underlining the central role of its financial adviser in customer relationship.

Another Xelion pecuialrity is the interest rate based on Euribor rate (the Eurozone interbank rate, by now at 4.170%). The interest rate is caluclated as 1-month Euribor-365 – 0.50% for accounts opened through a financial advisor, and 1-month Euribor-365 – 0.75% for “direct” accounts, in both cases with quarterly capitalization.

Xelion offers two account types: Saving and Banking. As you may guess, the first one is a saving account (there are no management fees, but you can’t perform banking operations), and the second one a banking account, (it allows a fully banking operativity: bank transfers, bill and tax paying, but there is a 4-Euro monthly management fee — 48 euro/year). In both cases the tax on bank accounts (32.50 euro) is to be paied by the customer, as is the €1.25 lump-sum for sending abstract of account.

The Direct Saving and Direct Banking accounts provide a “door policy”: in other words, the bank shall evaluate the client before accepting to open an account (anyway, this is a quite common action, but usually it isn’t highlighted), and there is a minimum deposit of €10,000 (considering both liquidiy and securities). This limit isn’t present if you open the account through a financial advisor, that supply references for the customer.

In my opinion, there are several interesting aspects int Xelion Banca offer:

  • Interest rate explicitly linked to Euribor rate;
  • High interest rate, compared to the average: by now 3.67% (3.42% for direct accounts);
  • Possibility to gain access to a wide variety of investments;
  • Different profiles (saving an banking) can be chosen according to one’s own needs.

But there are a few points that you should consider:

  • Website isn’t so clear: in my opinion it’s quite difficult to understand the bank proposal and why one should turn to Xelion;
  • Bank philosophy is clearly centered around financial advisers, so if you don’t want to be supported by one, it make little sense to choose Xelion;
  • The minimum deposit limit implies that this isn’t a bank that you can use to diversify your accounts, but propose itself as your main bank, or at least as your main investment bank.
  • Typical Xelion customer — I guess — is not only interested in leaving money on the bank account, but may want to invest in securities. Therefore, is important to verify commisions, fees and charges on financial products, comparing them with other banks.

Italian translation of this post: Unicredit Xelion Banca

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]

Unicredit Xelion Banca

Continuiamo lo stereoblogging :) . Scusatemi se non aggiorno qui con un po’ di ritardo ma.. capita.

Xelion è la banca specializzata negli investimenti del Gruppo UniCredit. La sua caratteristica è la rete di 1.900 “Personal Financial Adviser” allo scopo di supportare i clienti nelle scelte di investimento. In ottica di investimento, Xelion ha un’offerta multimarca, permettendo di accedere ai prodotti di un gran numero di case di investimento, con varie tipologie di prodotti (tra cui fondi comuni d’investimento, SICAV, polizze vita, titoli di Stato, warrant, covered Warrant). Rispetto alle offerte di cui abbiamo già parlato ha alcune particolarità.

Il primo aspetto che mi sembra peculiare è che il conto prevede profili e rendimenti diversi a seconda che lo si apra tramite un promotore o meno, premiando chi si appoggia ai promotori con un tasso più alto. Un secondo aspetto che caratterizza Unicredit Xelion Banca è che il tasso viene collegato in modo automatico all’Euribor 1 mese(base 365gg), attualmente al 4,170%. Il tasso viene calcolato come Euribor -0,50% (quindi 3,67% lordo) per l’apertura tramite promotore, mentre è Euribor -0,75% (quindi 3,42% lordo) per i conti Direct. Il tutto con capitalizzazione trimestrale.

Oltre a questa differerenziazione, Xelion prevede una duplice tipologia di conti: Saving (che non ha spese di tenuta conto ma non permette di effettuare operazioni) e Banking, che consente tutta l’operatività bancaria normale (bonifici, domiciliazione utenze, f24, ecc.) a un canone forfettario di 4Euro mensili (48 Euro annuali). In entrambi i casi è previsto il bollo di legge (32,50 Euro e 1,25Euro di spese per l’invio dell’estratto conto trimestrale).

I conti Direct Saving e Direct Banking (e credo anche quelli aperti tramite promotore) sono conti particolari anche perché effettuano “selezione all’ingresso“, in altre parole le condizioni economiche precisano che la richiesta di accensione del rapporto è soggetta a valutazione da parte della banca (cosa di per sè comune, che fanno sempre tutte le banche), ponenendo dei requisiti minimi di giacenza (liquidità + strumenti finanziari) di almeno 10.000 Euro. Questo limite minimo non c’è quando il conto viene aperto tramite un promotore, che “referenzia” il cliente.

In sintesi, come da tradizione, una mia personale valutazione. Sicuramente ci sono aspetti interessanti:

  • Tasso di interesse attivo collegato all’Euribor in modo esplicito.
  • Tasso di interesse attivo del 3,42% lordo (o del 3,67% se si apre con un promotore).
  • Possibilità di accedere ad un grande varietà di strumenti di investimento
  • Duplice profilo a seconda che si voglia un “vero” conto di banking oppure uno strumento di investimento

A mio parere però ci sono anche ci sono anche alcuni punti cui fare attenzione:

  • La comunicazione sul sito non è molto chiara, personamente mi pare non chiarisca benissimo l’offerta della banca e “perché” ci si dovrebbe rivolgere ad essa.
  • Per la filosofia stessa della banca, ho l’impressione abbia poco senso pensare di utilizzarla se non si vuole avere il supporto dei suoi promotori finanziari
  • Il limite patrimoniale minimo per l’apertura del rapporto implica che non è una banca “su cui diversificare”, ma si propone come banca di riferimento per la gestione degli investimenti
  • Poiché probabilmente chi si decide di affidarsi a Xelion probabilmente è interessato non solo al tasso di interesse sul conto, ma anche a effettuare investimenti in fondi, sicav, ecc., bisogna verificare le commissioni che vengono applicate sui vari prodotti finanziari, comparandole con le altre banche.

Banche e Risparmio [http://www.banknosie.com]

ING Direct Conto Arancio… vs the rest of the world

ING Direct Conto Arancio has been the first online saving account in Italy, but today is growing the number of people criticizing it. I esteem Conto Arancio since it has great merits, first of all having contributed to spread online banking and saving accounts. But I have the feeling that ING has now what we could call a “leader syndrome”: in other words, as often happens, the first of the class gradually subsides into idleness, and follower overtake him. So I hope, with a little criticism, to give my personal opinion on what should ING Direct to improve Conto Arancio.

As you may have noticed from the summarizing table of bank offers, Conto Arancio offer is quite disappointing compared to other competitors, especially if we look at standard interest rates, and not only to promotional ones. In fact, Conto Arancio saving account offers an interest rate that is nearly 1 point less than the best ones.

I must say that I was quite surprised when I noticed the difference was so evident: surely Conto Arancio by now isn’t the best option to invest your money, but this showed an offer nearly out of the market. Most of all if you consider that we are talking about a saving account, that should be by definition more remunerative than a bank account, while several bank accounts allow you to get interests higher than Conto Arancio: for example, Fineco gives 3.24%, Webank 3.90%.

Another Conto Arancio limitation is annual capitalization, while nearly every other competitor give a quarterly capitalization of interests (and someone, as IWPower even monthly). This maybe isn’t a big deal in terms of interests compounding, but it may be relevant in terms of liquidity: one thing is to wait until january to have the accrued interests at your disposa, another is to have to way just 90 days.

Italian translation of this post: Conto Arancio vs. resto del mondo

Banche e Risparmio [http://www.banknoise.com]