0 Flares 0 Flares ×

Ne ho già parlato nel post “Banche online o tradizionali?“, ma visto che mi hanno chiesto di chiarire un po’ questo punto, torno brevemente su quando non conviene una banca online.
La mia opinione è che in linea generale le banche online siano più convenienti (più interessi – meno costi), ma chiaramente bisogna valutare caso per caso. Effettivamente, ci sono alcuni fattori che spingono a preferire banche tradizionali.
Il motivo principe è sicuramente la necessità/il desiderio di contrattare condizioni particolari faccia a faccia. Questo può avvenire per una serie di fattori:

  • il vostro conto è spesso in rosso e avete necessità di ottenere linee di credito o di fido personalizzate
  • volete contrattare un mutuo (però, devo dire, questo è un altro discorso: quando si devono fare operazioni “importanti” bisogna sempre e comunque cercare di informarsi, contrattare e confrontare le offerte di diverse banche – ed è un concetto che non vale solo per le operazioni bancarie!), quindi è importante non solo sapere “quanto costa”, ma soprattutto “a me quanto fate?”
  • avete bisogno di fare versamenti di assegni o contanti, cosa che si può fare anche con le banche online ma in genere è più scomodo e costoso
  • c’è poi la considerazione che alcune operazioni sono tipicamente più costose presso le banche online, ad esempio il pagamento di F24 o il pagamento del canone RAI.

A mio parere personale, la cosa più conveniente è avere sia una banca online che una tradizionale, in modo che di volta in volta si può utilizzare quella più adatta per ciò che si deve fare in quel momento.

Banche e Risparmio [http://www.banknosie.com]